26 novembre 2019 - Ravenna, Cronaca

L'ultimo di Capo Bon: i 100 anni di Archildo Babini

Sopravvissuto all'affondamento degli incrociatori italiani nel dicembre '41. Iniziativa per il compleanno al circolo "Saffi" di San Michele

Il circolo repubblicano di San Michele si prepara a celebrare domenica prossima, 1 dicembre a partire dalle 11,30, la festa in onore dei 100 anni di Archildo Babini, pittore, scrittore ma soprattutto patriota e ultimo superstite della battaglia di  Capo Bon, dove il 13 dicembre del '41 gli inglesi affondarono gli incrociatori Alberico da Barbiano e Alberto da Giussano e in mare morirono 800 marinai italiani. In questi anni  Archildo ha ricevuto onorificienze di grande prestigio, come marinaio e come deportato in Germania: Prefettura, Municipio, Ministero della Marina, Stelle al merito ed altri riconoscimenti che lo rendono orgoglioso e ancora attivo nel suo studio di pittore a San Michele, pieno di ricordi e di affetto per i compagni persi in battaglia. "Ma vogliamo celebrare il suo compleanno nel circolo A. Saffi che lui stesso, muratore, ha contribuito a costruire e poi a riscattare dal fascismo" afferma la figlia Paola Babini che con Giannantonio Mingozzi e Massimo Cimatti stanno preparando l'evento. Un breve filmato raccoglierà i momenti più cari della sua vita, e poi le testimonianze di amici, autorità, artisti, l'Associazione Marinai d'Italia, esponenti del PRI (Archildo è tra gli iscritti più longevi del partito) ne testimonieranno l'affetto e la gratitudine del paese e di tutta Ravenna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.