26 novembre 2019 - Ravenna, Politica

Anche a Ravenna le Sardine scendono in 'piazza': il 4 dicembre

Data in cui ricorre l'anniversario della Liberazione della città dal regime fascista

Il raduno delle Sardine a Ravenna

Le Sardine, il movimento nato dall’iniziativa di quattro ragazzi a Bologna (e divenuto in pochissimo tempo una questione di livello nazionale) si è formato anche a Ravenna nella mattinata del 19 novembre ed è ora pronto a scendere in “piazza” in un giorno molto importante: l’anniversario della Liberazione di Ravenna dal regime fascista.

L’appuntamento è per il 4 dicembre in Darsena con raduno all’ancora alle ore 19:00.

Queste le parole che si leggono sulla pagina Facebook dell’evento: “Anche Ravenna si mobilita perché anche Ravenna NON SI LEGA!
Stanno provando con qualsiasi mezzo a fermarci. Hanno segnalato e oscurato la pagina 6000 sardine. Ci stanno criticando e screditando in tutti i modi. Hanno paura, perché siamo una forza.
Noi scendiamo in piazza e continuiamo a chiedere a gran voce che odio e intolleranza non siano ammessi nel linguaggio politico. Promuoviamo un confronto basato sul dialogo, sull'apertura verso l'altro. Crediamo fermamente nei valori di eguaglianza, libertà, rispetto e solidarietà, basi della democrazia e capisaldi della nostra Costituzione.
Abbiamo scelto una data molto importante per Ravenna, il 4 dicembre, data in cui ricorre l'anniversario della Liberazione della città dal regime fascista. Questo per dire a quei signori che sostengono di dover liberare la nostra città, che Ravenna è già libera e non ha certo bisogno di loro!
Preparate le vostre sardine, invitate e condividete!
Neanche la Darsena deve riuscire a contenerci tutti!
PS: Vogliamo ricordare che questo è un flash mob apartitico, quindi raccomandiamo di non portare bandiere di partiti o associazioni!
Portate però un ombrello, perché in caso di pioggia il flash mob si farà ugualmente! Siamo pur sempre sardine…”

Le sardine

Si tratta di movimento nato a Bologna per iniziativa di quattro ragazzi,, Mattia Santori, Roberto Morotti, Giulia Trappoloni e Andrea Garreffa che hanno organizzato per la giornata del 14 novembre una manifestazione pacifica in piazza Maggiore che ha attirato ben 15mila persone (Santori ha affermato con piacere che se ne aspettavano circa la metà) per far sentire la propria voce nel giorno in cui il leader della Lega Nord, Matteo Salvini, presentava a Bologna la candidatura di Lucia Borgonzoni alla presidenza della Regione, per le elezioni regionali del 26 gennaio 2020.

La manifestazione bolognese non è stata però l’unica: nei giorni successivi sono molte le piazze che sono state (e sono in questi giorni) riempite dalle Sardine.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.