3 dicembre 2019 - Ravenna, Cronaca

Master in Salute e sicurezza del lavoro in ambito portuale

Al via da febbraio

Prenderà avvio nel prossimo febbraio il master in Salute e sicurezza del lavoro in ambito portuale promosso dal Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna. Il progetto, è spiegato in una nota, nasce dalla presenza di un importante sistema portuale a Ravenna e dalla necessità di incrementare il livello di conoscenze di coloro che operano in questo campo, nel quale il rischio di infortuni e malattie da lavoro è elevato e al tempo stesso non specificamente studiato nei comuni percorsi formativi universitari.

“Il master – spiega il direttore prof. Stefano Mattioli - è stato concepito come percorso che permette di raggiungere una piena conoscenza delle modalità da seguire affinché il lavoro nel settore portuale sia sicuro e sano. Si propone infatti di formare figure con profilo professionale di addetti o responsabili di Servizi di Prevenzione e Protezione aziendali, tecnici della prevenzione, consulenti del lavoro, medici del lavoro e, in generale, chi opera nel settore della salute e sicurezza sul lavoro, fornendo loro le conoscenze e le abilità necessarie a esercitare un’attività professionale di più alto livello, in un ambito peculiare come quello del porto”.

Le lezioni saranno tenute da docenti dell’Università di Bologna e da professionisti che operano nel settore della sicurezza e prevenzione sul lavoro in enti e aziende che operano a livello locale e nazionale. È previsto che la didattica sia affiancata da stage e tirocini.

Le iscrizioni si chiuderanno il 18 dicembre.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.