7 dicembre 2019 - Ravenna, Cronaca

Giubbotto non pagato ma l'allarme antitaccheggio suona

Arrestato un giovane

La Polizia di Stato ha denunciato un 20enne, cittadino italiano, per il reato di furto aggravato e porto di armi o oggetti atti ad offendere.

Nel pomeriggio del 5 dicembre, illustra la Questura in una nota,  una volante dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura è intervenuta presso il negozio OVS di via Di Roma dove il personale addetto alla vigilanza antitaccheggio aveva fermato un ragazzo che aveva oltrepassato le casse senza pagare della merce.

In particolare il personale addetto alla vigilanza anti furto riferiva ai poliziotti di essere intervenuto dopo che un giovane aveva fatto attivare il sistema di allarme antitaccheggio al suo passaggio dalle casse.

Il vigilante aveva poi seguito il ragazzo in via Di Roma fino a raggiungerlo per riaccompagnarlo all’interno dove da sotto il giubbotto il ragazzo sfilava un giubbotto, che recava ancora il dispositivo antitaccheggio ed il cartellino di vendita.

I poliziotti prendevano così in consegna il giovane, identificato per il 20enne, che è stato condotto negli uffici della Questura dove è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Ravenna per il reato di furto aggravato e per porto di armi o oggetti atti ad offendere, perché trovato in possesso di un paio di forbici della lunghezza di 20 cm e di un cutter per i quali non era in grado di giustificare il porto.

Il capo d’abbigliamento asportato, poiché ancora integro, è stato restituito alla direzione dell’esercizio commerciale.

Tag: polizia

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.