12 dicembre 2019 - Ravenna, Cronaca

Saranno effettuate analisi chimiche su campioni di combustibile delle navi che scalano il porto di Ravenna

Agenzia delle Dogane e Capitaneria di porto insieme per l’ambiente e la salute

Sottoscritto l’accordo per il controllo dei limiti imposti alle emissioni di zolfo

In data odierna, presso la sede dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli di Ravenna, il Direttore Interregionale per l’Emilia Romagna e le Marche dott. Franco Letrari ed il Direttore Marittimo dell’Emilia Romagna e Comandante del porto di Ravenna C.V. (CP) Giuseppe Sciarrone hanno sottoscritto l’Accordo sulla procedura per l’effettuazione di analisi chimiche su campioni di combustibile ad uso marittimo.

L’accordo consente di attuare le disposizioni nazionali ed internazionali poste a tutela dell’ambiente e della salute attraverso il controllo dei limiti imposti alle emissioni di zolfo originate dai combustibili utilizzati dalle navi che scalano il porto di Ravenna.

Tali controlli avverranno attraverso il prelevamento a bordo delle navi di campioni di combustibile da parte di personale specializzato della Capitaneria di porto di Ravenna, per il successivo esame dei relativi contenuti di zolfo da parte dei laboratori chimici dell’Agenzia delle Dogane.

Il citato accordo, oltre che costituire espressione della sinergia tra organi dello Stato, rappresenta un importante segmento dell’attività di controllo che il Corpo delle Capitanerie di porto svolge ogni giorno a tutela dell’ambiente nell’interesse del cittadino.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.