15 gennaio 2020 - Ravenna, Cronaca

Rubavano carburante, fermato il “palo”

In auto aveva un coltello di 25 cm

Arresto

La Polizia di Stato ha arrestato un 34enne cittadino romeno per i reati di tentato furto aggravato in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere.

Domenica sera le Volanti dell’ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura sono intervenute in via Romea Nord dove un autotrasportatore aveva sorpreso una persona che cercava di asportare del carburante dal serbatoio di un autoarticolato.

Nella circostanza l’ignoto autore, vistosi scoperto, riusciva a darsi alla fuga mentre un secondo complice che stava attendendo a bordo di un’auto, con funzioni di “palo”, non riusciva ad allontanarsi perché il proprietario del mezzo gli aveva bloccato la via di fuga.

Gli agenti delle Volanti, raggiunto celermente il luogo dell’intervento prendevano così in consegna l’uomo, identificato per 34enne, senza fissa dimora in Italia.

L’uomo, risultato gravato da precedenti penali specifici per reati contro il patrimonio è stato condotto in Questura e dichiarato in stato di arresto per i reati di tentato furto aggravato in concorso e porto di armi od oggetti atti ad offendere in quanto a bordo del veicolo nella sua disponibilità, sul sedile del passeggero, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato un coltello, pronto all’uso, della lunghezza complessiva di 25 cm.

E’ stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida dell’arresto.

Ieri mattina il Giudice Unico di Primo Grado del Tribunale di Ravenna, a convalida avvenuta, lo ha condannato alla pena di quattro mesi di reclusione e 100 euro di multa.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.