17 gennaio 2020 - Ravenna, Cronaca, Politica

Vandali contro i manifesti di liste di Centrosinistra nella notte a Lido Adriano

+Europa attacca: “Vogliamo che questa regione resti un luogo di tolleranza e libera discussione”

Raid vandalico nella notte a Lido Adriano contro manifesti elettorali di alcune liste di Centrosinistra, +Europa ed Emilia-Romagna Coraggiosa, che sostengono la candidatura di Stefano Bonaccini alle regionali del 26 gennaio prossimo. La stessa +Europa in una nota accusa dell’azione alcuni militanti leghisti: “Queste azioni testimoniano il clima pesante di questa campagna elettorale e la ‘svolta moderata’ del partito di Salvini”.

“Se questo è il cambiamento che vogliono per l'Emilia-Romagna possiamo certo farne a meno - afferma Nevio Salimbeni, coordinatore lista +Europa/Psi/Pri -. In questi giorni si assiste ad un progressivo aumento dell'aggressività leghista: sui social, sui manifesti e sui volantini di +Europa in particolare. È la dimostrazione che i nostri temi spaventano sovranisti ed estremisti locali. Non ci spaventano nè ci frenano, vogliamo che questa regione resti un luogo di tolleranza e libera discussione."

La solidarietà di Andrea Liverani (Lega)

In mattinata arriva anche la solidarietà di Andrea Liverani: “Esprimo solidarietà nei confronti degli altri partiti e dei loro candidati. Sono stato anch'io vittima, nelle scorse settimane di campagna elettorale, di teppisti (e anche di ladri), ma questi non appartengono ai partiti e rimangono delinquenti e teppisti - scrive Andrea Liverani - ci battiamo per la sicurezza in ogni ambito e questi gesti sono lontani anni luce dai pensieri della Lega e dei suoi sostenitori”.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.