23 gennaio 2020 - Ravenna, Cervia, Faenza, Lugo, Cronaca

Concorso per l’ammissione al 202° Corso dell’Accademia per la formazione degli Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri

Intervista al Magg. Antonietta Petrone

Indetto il bando per partecipare al concorso

E’ stato indetto il bando relativo al concorso, per esami, per l’ammissione al 202° Corso dell’Accademia per la formazione di base degli Ufficiali dell’Arma dei Carabinieri (60 posti).

Il Magg. Antonietta Petrone, Comandante della Compagnia CC di Faenza, attiva nella divulgazione a fine orientativo del concorso presso gli istituti superiori, ha rilasciato alcuni dettagli su questa opportunità indirizzata ai giovani dai 17 ai 22 anni.

Prima di addentrarci nelle caratteristiche del concorso, si ricorda che il bando, in vigore dal 28 dicembre 2019, scadrà il 31 gennaio 2020.

Possono partecipare al concorso i cittadini italiani dell’età fra i 17 e i 22 anni che siano in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado o che lo possano conseguire entro l’anno in corso.

Il concorso e le prove da superare

Locandina del concorsoIl concorso si articola in diverse prove: la prima, chiamata prova di sbarramento, è una preselezione durante la quale i partecipanti dovranno rispondere in un'ora a 100 domande di cultura generale in italiano e in una seconda lingua straniera.

Le domande sono a risposta multipla ed è importante sottolineare che l’errore non comporta la detrazione (quindi in caso di dubbio, se il tentativo si rivela errato, non abbasserà il punteggio finale, ma lo lascerà invariato).

Le domande che saranno presentate alla preselezione sono estratte a sorte fra quelle contenute nella banca dati sul sito dei Carabinieri; si tratta perciò di una preziosa opportunità per esercitarsi.

Superata la preselezione si accede quindi alle prove successive le quali testano le capacità fisiche (come sottolinea il Magg. Petrone, non è necessario essere degli atleti per superarle) e psicoattitudinali.

Dopodiché i candidati affronteranno il tema e la prova orale, la quale comprende questioni inerenti differenti materie e la lingua straniera.

E’ superando queste prove che si accede al tirocinio (della durata variabile) nell’Accademia Militare di Modena.

Coloro che riusciranno a portare a termine con successo il tirocinio saranno vincitori del concorso e avranno accesso al corso, il quale ha una durata complessiva di cinque anni (due nell’Accademia Carabinieri di Modena e tre nella Scuola Ufficiale dei Carabinieri di Roma), dopodiché si accede al Reparto.

I vincitori possono conseguire la Laurea Magistrale in Giurisprudenza, unendo quindi lavoro e studio, autosufficienza e crescita individuale in un continuo e progressivo automiglioramento.

Quali sono le ragioni per le quali partecipare?

“Si tratta di un’opportunità eccezionale che apre le porte ad una professione estremamente stimolante, in quanto quotidianamente si agisce per migliorare la vita delle persone e aiutarle.

E’ un lavoro che offre ampie possibilità di crescita e progresso professionale e vi è la possibilità di specializzarsi in diverse branche a seconda delle proprie attitudini: vi sono persone più portate alle operazioni e coloro che, invece, sono più adatti al lato investigativo.

Inoltre offre l’opportunità di conoscere a fondo molte realtà: sia in Italia che all’estero”.

Qual è il valore che non può assolutamente mancare nei partecipanti?

“Senz’ombra di dubbio è necessario credere fortemente nello Stato.

Quello che cerchiamo di trasmettere ai ragazzi sono i valori propri dell’Arma dei Carabinieri: l’Ufficiale dei Carabinieri è un cittadino che ha scelto di aiutare il prossimo. La nostra è una professione sociale, vogliamo aiutare i cittadini che sono nel nostro territorio di competenza, fornire un aiuto il quale può spaziare dal semplice consiglio a chi è in difficoltà ad azioni che intervengano nei casi più gravi”.

Nelle scuole ha riscontrato più interesse nei ragazzi o nelle ragazze?

"In ugual misura: in alcune classi c'è stato più interesse da parte delle ragazze, mentre in altre classi sono stati più i ragazzi a manifestare il loro interesse". 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.