6 febbraio 2020 - Ravenna, Cervia, Cronaca

In un locale di Milano Marittima lavoratori in nero e irregolari

Operazione della Guardia di Finanza

Lotta contro lo sfruttamento della manodopera irregolare

Nell’ambito dell’azione di contrasto allo sfruttamento della manodopera irregolare, le Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna hanno eseguito un controllo presso un locale di Milano Marittima, individuando sei lavoratori impiegati totalmente “in nero” e quattro addetti i cui effettivi orari di lavoro non rispecchiavano i relativi contratti di assunzione.

Al gestore dell’attività è stata contestata una maxi-sanzione amministrativa per un importo di circa 30.000 euro, cui si aggiunge la diffida alla regolarizzazione del Libro Unico del Lavoro. Inoltre, per quanto riguarda l’omesso versamento dei contributi dovuti in ragione delle retribuzioni corrisposte in nero, è stata interessata la direzione dell’Inps per l’applicazione delle relative sanzioni.

Per i quattro dipendenti irregolarmente impiegati, gli accertamenti hanno consentito di appurare come gli stessi svolgevano orari lavorativi superiori rispetto a quanto previsto nei rispettivi contratti di assunzione e di quanto indicato nelle relative buste paga.

In particolare, per un lavoratore originario del Bangladesh, a fronte di un contratto part-time per 8 ore settimanali, è stato riscontrato un effettivo impiego presso la cucina del locale per oltre 190 ore al mese, con una retribuzione netta alla mano che, per talune mensilità, era di poco superiore a 300 euro.

L’operazione si inquadra nell’ambito dell’azione di contrasto al sommerso da lavoro costantemente operata dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna e volta ad individuare situazioni di sfruttamento di manodopera irregolare che, oltre a rappresentare una prevaricazione in danno dei lavoratori, costituiscono anche una grave forma di concorrenza sleale nei confronti degli operatori economici onesti e rispettosi delle regole.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.