9 febbraio 2020 - Ravenna, Sport

La Consar non sfigura, ma torna da Civitanova con una sconfitta 3-0

Al cospetto dei campioni d’Italia e d’Europa Ravenna dà battaglia in tutti e tre i set

La Lube respinge ancora la Consar. Non basta alla squadra di Bonitta essere reattiva, convinta e tenace, capace di restare sempre in partita, contro i campioni d’Italia e del mondo per evitare la sconfitta. La Consar perde in volata i primi due set e resta a lungo in piedi nel terzo, trovando spinta dalla sua energia verde con Batak e con Stefani, il più giovane di tutti, che si ritaglia la sua vetrina chiudendo con 7 punti, e due ace, e un rilevante 56% in attacco. La Lube sfrutta al massimo la vena di Simon: all’andata entrò nel finale e tolse le castagne dal fuoco a un Lube in chiara difficoltà contro una Consar che stava firmando l’impresa. Questa volta il centrale cubano ha fatto la differenza fin dall’inizio dando un aiuto concreto (16 punti, 4 ace, due muri e un 91% in attacco) per conquistare il successo.

La partita

Sestetto confermato per Bonitta, un cambio per De Giorgi rispetto al sestetto che ha perso a Modena: c’è Anzani al posto di Bieniek al centro in coppia con Simon. Si fa sentire subito l’ex Rychlicki: sono suoi i primi due punti del match. Risponde Lavia che piazza tre punti di fila, tra cui un muro su Rychlicki, per il sorpasso Consar (3-4). Due muri di Cortesia danno il là al primo allungo degli ospiti (7-10), propiziato da Vernon-Evans e Grozdanov, con De Giorgi costretto al time-out. Un ace di Simon corona l’inseguimento della Lube (13-13) nel contesto di un set che scorre poi sul filo dell’equilibrio fino al 21 pari. Qui Rychlicki e Juantorena siglano i punti dello strappo che vale il set, chiuso 25-21 da un muro di Bieniek.

Il primo allungo del secondo set è della Lube, che ha Biniek al posto di Anzani, che dal 5 pari piazza un break di quattro punti, che mette in difficoltà la Consar. Bonitta prova a calare le carte Batak e Stefani e arriva la reazione: Ravenna risale a -1 (13-12), con un ace di Grozdanov. La Lube frena la rimonta ospite piazzando un altro mini-allungo per il +3 (17-14) con Simon. Entrano anche Recine e Alonso per Ter Horst e Cortesia. Un punto di Lavia e un ace di Stefani riportano Ravenna a -1 (21-20) ed è il muro di Batak su Kovar a siglare il 22 pari. Qui sale in cattedra Simon che firma gli ultimi tre punti della sua squadra, compreso l’ace finale, e il conseguente 2-0.

Si riparte nel terzo set con Batak e Stefani nello starting six e la Consar, per nulla rassegnata al suo destino, si porta sul 2-4 (Lavia e Ter Horst) e poi sul 3-6 (errore di Juantorena). Il time out di De Giorgi sveglia la Lube che al ritorno in campo si avventa sulla Consar e piazza un break sanguinoso, ancora con Simon protagonista, portandosi sul 16-10. Entra Cavuto e la Consar prova a risalire la corrente salendo a -3 (17-14) arrendendosi poi a due ace di Juantorena che ripristinano le distanze e accompagnano la Lube al successo per 3-0.

Il post-partita

Il commento di Bonitta “Peccato per il secondo set, perché l’avevamo quasi ripreso, ma Simon ha fatto gli straordinari, soprattutto in battuta, con l’ultima molto bella, però i ragazzi non hanno mai mollato; anche nel terzo set, pur se sempre sotto, e secondo me avere chiuso a 19 è un po’ pesante, hanno tenuto fino in fondo e quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto, compreso in battuta. Questo è il nostro dna, anche se perdiamo di dieci dobbiamo comunque giocarci la partita fino in fondo. Ci siamo confrontati con una squadra fortissima, e abbiamo tenuto”.

Il tabellino

Civitanova - Ravenna 3-0 (25-21, 25-23, 25-19)

CUCINE LUBE CIVITANOVA: Bruno 1, Rychlicki 11, Simon 16, Anzani 2, Juantorena 11, Kovar 9, Balaso (lib.), Diamantini 2, Bieniek 3. Ne: D’Hulst, Marchisio, Massari. All.: De Giorgi.

CONSAR RAVENNA: Saitta, Vernon-Evans 3, Cortesia 5, Grozdanov 8, Ter Horst 7, Lavia 12, Kovacic (lib), Stefani 7, Recine, Batak 1, Alonso, Cavuto. Ne: Bortolozzo, Marchini (lib.). All.: Bonitta.

ARBITRI: Curto di Gorizia e Caretti di Guidonia.

NOTE: Durata set: 28’, 28’, 29’, tot. 85’. Civitanova (8 bv, 13 bs, 6 muri, 7 errori, 54% attacco, 58% ricezione, di cui 33% perfette) Ravenna (3 bv, 12 bs, 7 muri, 8 errori, 42% attacco, 39% ricezione, di cui 21% perfette). Ammonito Juantorena. Spettatori. 2976 per un incasso di 29.412 euro. MVP: Simon.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.