12 febbraio 2020 - Ravenna, Sanità

Donati 13 televisori al reparto di “Ortopedia e Traumatologia”

Dell’ospedale Santa Maria delle Croci

Reparto di “Ortopedia e Traumatologia” sempre più accogliente

Prosegue senza sosta il percorso di umanizzazione e comfort per i pazienti presso l’Ospedale “Santa Maria delle Croci” di Ravenna, anche grazie alla sensibilità di donatori e terzo settore.

Un ulteriore tassello è stato collocato pochi giorni fa nel reparto di “Ortopedia e Traumatologia” diretto dal professor Alberto Belluati.

Il signor Francesco Palermo e suo figlio Andrea delle Gioiellerie “Gold Gallery”, hanno infatti donato ben 10 televisori per le stanze dell’unità operativa, e ulteriori 3 sono stati donati dal Crald dell’Ausl Romagna. 

Il professor Belluati, insieme alla dottoressa Renata Corsi della Direzione Medica di Presidio e alla coordinatrice infermieristica del reparto Laura Borghesi, hanno ringraziato i donatori - i signori Palermo, il presidente del Crald Francesco Pontone e il vice presidente Paolo Maioli - per la disponibilità espressa in termini di attenzione fattiva, che andrà a migliorare il confort dei pazienti ricoverati.

“Qualità e umanizzazione delle cure”

“E’ importante – ha commentato il professor Belluati – coniugare la qualità delle cure e dell’assistenza con l’umanizzazione delle cure. Il nostro reparto può considerarsi all’avanguardia sui primi due aspetti e, grazie alla vicinanza della società civile e all’impegno della Direzione medica di presidio, stiamo facendo passi avanti anche sul terzo aspetto. Ringrazio perciò profondamente la famiglia Palermo ed il Crald”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.