16 febbraio 2020 - Ravenna, Cronaca

Cordoglio da tutto il mondo politico e istituzionale per la scomparsa di Fabrizio Matteucci

Dalle 10.30 di domani, lunedì 17 febbraio, camera ardente in municipio aperta a tutti

Si susseguono ininterrottamente i messaggi di cordoglio per la scomparsa di Fabrizio Matteucci, stroncato improvvisamente questa mattina, domenica 16 febbraio, da un attacco cardiaco. Sono tantissimi, infatti, i cittadini che sui propri profili social stanno dando il loro saluto all’ex Sindaco di Ravenna, ma i messaggi e i ricordi arrivano anche da tutto il mondo politico e istituzionale.

Dalle 10.30 di domani, lunedì 17 febbraio, in municipio a Ravenna sarà allestita la camera ardente, aperta a tutti coloro che vorranno portare l’ultimo saluto a Fabrizio Matteucci, sindaco della città dal 2006 al 2016. I funerali si svolgeranno martedì 18 febbraio, alle 14, nella chiesa di San Pier Damiano.

I messaggi di cordoglio

“Con immenso dolore apprendiamo della morte di Fabrizio Matteucci – ha commentato l’attuale Sindaco di Ravenna, Michele De Pascale –. La sua perdita lascia un vuoto incolmabile in tutti noi e nella sua famiglia. Fabrizio era un gentiluomo che amava profondamente la nostra Ravenna e la nostra comunità, al servizio della quale ha rivolto buona parte della sua vita, dedicandovisi sempre con generosità, attenzione e impegno. Se ne va un amico caro, una guida sincera e riservata. Sempre allegro e scherzoso, era l’ultima telefonata della sera per un consiglio o un confronto o la prima della mattina per iniziare con il piede giusto la giornata. Quella telefonata mi mancherà tantissimo. Ciao Fabrizio.”

Gli fa eco Eugenio Fusignani, vicesindaco di Ravenna, che sul proprio profilo Facebook ha scritto: “Una cosa è certa: qualsiasi giudizio sul tuo operato di sindaco non prescinderà mai da due aspetti che erano la tua caratteristica; l'onestà e la coerenza.  Ciao Fabrizio, riposa in pace”.

Sempre dai social arriva anche il cordoglio dell’assessore ai lavori pubblici, Roberto Fagnani: “Ciao Fabrizio, oggi se ne va prima di tutto un amico,una persona onesta e buona che ha guidato Ravenna per 10 anni con dedizione e amore. Sei passato proprio l’altro giorno a salutarmi e a stringermi forte come sempre. Porterò nel cuore questi abbracci e le nostre chiacchierate. Sono orgoglioso di aver fatto parte della tua squadra. Un abbraccio a Simona e a Sayo”.

In una nota, si è unito ai messaggi di lutto anche, Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia-Romagna: “Sono profondamente colpito dall’improvvisa scomparsa di Fabrizio Matteucci. È davvero un grande dolore e un giorno triste per la città di Ravenna e per l’Emilia-Romagna, che perdono una persona di estrema sensibilità e valore, amministratore preparato, rigoroso e appassionato uomo delle istituzioni”.

“Oggi perdo un amico – sottolinea il presidente – e voglio esprimere le più sincere condoglianze alla famiglia ed alla città di Ravenna per tramite del suo Sindaco, a nome dell’Emilia-Romagna, certo di interpretare il sentimento di profondo cordoglio dell’intera nostra comunità”.

Cordoglio naturalmente anche dal Partito Democratico, con le parole del segretario provinciale Alessandro Barattoni: “Sono profondamente sconcertato dalla improvvisa scomparsa di Fabrizio, è un dolore immenso per tutti noi. È una perdita gravissima per tutta la nostra comunità. Impegno, lealtà, onestà e coerenza lo hanno sempre contraddistinto in ogni momento e ne abbiamo potuto conoscere e apprezzare lo spirito, il coraggio e l’amore in tutto quello che ha fatto. Lo ricorderemo sempre per la sua disponibilità, il rispetto per le persone e per le istituzioni.

Il Partito Democratico si stringe con grande affetto alla famiglia, agli amici e ai tantissimi che gli hanno voluto bene, con la certezza che un così eccellente e valoroso cittadino rimarrà scolpito per sempre nella nostra memoria. Ciao caro Fabrizio, sei stato un uomo speciale.”

“In questa valle di lacrime in cui troppo più spesso, da un giorno all’altro, si capisce che siamo attaccati ad un filo – scrive invece dall’opposizione il leader di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi –, un fulmine è piombato oggi su Fabrizio, dieci anni di sindaco dal volto umano. Umano vuol dire uno di noi, riconoscere i pregi nei difetti. Dircene di tutti i colori e rispettarci fino a volerci bene, non c’entra da che parte stai. Altrimenti sei gentaglia. Ricordarci di noi anche se non calchiamo più la stessa scena. Chiamarci di notte per amicizia, senza whatsapp. E siccome non è vero che in paradiso ci si arriva solo per la diretta via, bensì anche da destra e da sinistra purché col cuore in mano, io prego, Fabrizio, che potremo scornarci anche lì, con affetto. E tu prega per l’amico che adesso ne ha più bisogno”.

“L’improvvisa immatura morte di Fabrizio Matteucci ci lascia increduli e attoniti - aggiunge Lorenzo Corelli, Segretario prov.le Psi Ravenna -. Come sindaco ha per un decennio retto le sorti della nostra città. Questo non è il tempo dei giudizi ma del raccoglimento, che siamo certi la sua Ravenna gli tributerà stringendosi attorno ai suoi famigliari e al suo partito, in un moto di solidale vicinanza. La stessa vicinanza, nel dolore, che voglio manifestare a nome dei socialisti ravennati”.

Un ricordo arriva anche da Sindaco di Cervia, Massimo Medri: “Fabrizio era un politico “dolce” attento e preparato, come ce ne sono pochi. Con lui ho costruito una parte importante del mio percorso di amministratore. Mancherà a tutti noi. Un abbraccio a tutta la sua famiglia”.

Si aggiunge al cordoglio anche Confcommercio, con una nota diffusa dal presidente Mauro Mambelli, dal direttore Giorgio Guberti e dall'intero Comitato di presidenza, che ricorda Matteucci: “Uomo onesto, generoso, attento e collaborativo, la città di Ravenna perde un amministratore capace e lascia un incolmabile vuoto profondo in tutti noi. Confcommercio Ravenna, ricordando i tanti momenti che hanno contraddistinto dieci anni da primo cittadino,  rivolge le più sentite condoglianze alla moglie Simona e al figlio Sayo”.

Anche la Cgil di Ravenna "esprime profondo cordoglio per l’improvvisa scomparsa di Fabrizio Matteucci e, in queste ore di grande dolore, è vicina ai suoi famigliari. Matteucci si è sempre contraddistinto, sia nell’attività politica che come amministratore, per la sua umanità e il suo impegno a favore della società e della comunità ravennate.

I rapporti della Cgil di Ravenna con Fabrizio Matteucci sono sempre stati contraddistinti da una grande fiducia e un assoluto rispetto. Ci piace ricordare la dedizione con cui ha ricoperto i due mandati da sindaco di Ravenna. In anni difficili, caratterizzati da una congiuntura economica molto negativa, Matteucci è stato un amministratore capace e serio, sempre attento ai bisogni dei cittadini, alle persone in difficoltà, ai diritti, all’inclusione e alle tematiche del lavoro.

Caro Fabrizio, oggi piangiamo la tua scomparsa. Ci mancherà la tua intelligenza, la tua generosità e la tua capacità di ascolto".

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.