16 febbraio 2020 - Ravenna, Cronaca

Pregiudicato ed espulso dall’Italia: clandestino arrestato dalla Polizia

La Polizia di Stato ha arrestato un 34enne cittadino albanese, per avere fatto rientro in Italia senza la preventiva autorizzazione del Ministro dell’Interno. Nella notte di ieri, sabato 15 febbraio, è stato controllato dagli agenti di una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna, mentre si trovava a Ponte Nuovo insieme ad altre persone.

Dalle verifiche nella banca dati delle forze di polizia sono emersi a carico del 34enne pregressi precedenti penali e di polizia per resistenza a pubblico ufficiale, ricettazione, violazione della normativa in materia di sostanze stupefacenti, evasione e immigrazione clandestina. Condotto in Questura per gli approfondimenti di rito, è emerso che nell’aprile 2019 era stata eseguita nei suoi confronti un’espulsione dal territorio nazionale, con accompagnamento alla frontiera aerea di Roma Fiumicino ed imbarco sul volo diretto a Tirana.

Il 34enne è stato pertanto dichiarato in arresto per aver fatto rientro in Italia senza la prescritta autorizzazione del Ministro dell’Interno e, successivamente, condotto dai poliziotti in Tribunale a Ravenna per l’udienza di convalida dell’arresto. Il Giudice Unico di Primo Grado, dopo aver convalidato l’arresto ha concesso all’indagato i termini a difesa, disponendo nei suoi confronti il divieto di dimora nella provincia di Ravenna

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.