6 ottobre 2010 - Ravenna, Politica

Piallassa Baiona, "No a maggiori poteri all’assessorato all’ambiente"

Guerra (Lega): "Dove sono enti e associazioni che dovrebbero occuparsi di queste aree?"

Sul tema della Piallassa del Piomboni e delle Valli ravennati, la Lega Nord "Sorvola sulla posizione espressa da FI-Pdl che, riprendendo gli stessi contenuti dei nostri precedenti comunicati, non porta alcun nuovo contributo a questo dibattito".

"Diversamente, pur non condividendo la posizione di LpRa, ringraziamo Spadoni dell’attenzione che presta su questa tema e che, ci auspichiamo, consentirà di proseguire un dibattito politico di estrema importanza per l’ambiente e la società ravennate".

"La Lega Nord - spiega Paolo Guerra - è contraria alla posizione dell’esponente di LpRA che chiede l’attribuzione di maggiori poteri all’Assessorato all’Ambiente del Comune di Ravenna per la realizzazione di un piano di salvaguardia e di valorizzazione della Piallassa Baiona e delle Valli Ravennati. Cosa cambierebbe rispetto ad oggi? L’Assessore Dradi ha già pieni poteri e denaro per intervenire in modo programmatico su questi temi. E così il suo predecessore, che apparteneva alla stessa coalizione politica. Ed invece il risultato è sotto gli occhi di tutti. Concordiamo invece con Spadoni quando afferma che vi sono troppi Enti ed Associazioni che “dovrebbero” occuparsi di queste aree ed anche su tale aspetto ci chiediamo: dove sono stati per tutti questi anni?"

"Questi sono proprio i motivi che ci hanno indotto a formulare la proposta di realizzare un Consorzio apartitico ed ex novo al quale attribuire le competenze per la salvaguardia e la valorizzazione delle valli ravennati. Il Consorzio potrà anche accogliere le Istituzioni locali attraverso i propri assessorati all’Ambiente, ma la principale partecipazione dovrà essere quella delle persone, degli ambientalisti e dei fruitori di queste zone, compresi i capannisti e i cacciatori di sani principi. A Ravenna abbiamo personaggi super partes al di fuori delle logiche politiche che, senza la necessità di cercare consensi elettorali, potrebbero coordinare questo progetto e raggiungere quei risultati mai ottenuti fino ad oggi".

"Diversamente dalle Associazioni e dai Cittadini che stanno partecipando su questo tema, credo che Spadoni non si stia accorgendo del cambiamento in atto nella società e nella gestione delle “cose pubbliche”. Per coinvolgere gli esperti, i volontari e gli ambientalisti non si deve passare sempre dal Palazzo, ma occorre avvicinarsi e condividere le iniziative con la gente".
 

Tag: lega nord

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.