Adriathon Challenge: modelli di business sostenibile per il Mare Adriatico

Iscrizione gratuita fino al 29 luglio

Adriathon Challenge

ADRIATHON è un progetto del Comune di Ravenna - Assessorato Politiche Europee, Assessorato Turismo, Assessorato Ambiente e Assessorato Sviluppo Economico, nell'ambito del progetto Europeo Adrireef Interreg Italia-Croazia 2014/2020, con la collaborazione tecnico-scientifica di CIFLA – Centro per l'Innovazione di Fondazione Flaminia, ART-ER S. Cons. p A. (Divisione Ricerca e Innovazione), Clust-ER Greentech.

A Marina di Ravenna, dal 30 agosto all'1 settembre, si svolgerà Adriathon Challenge, l'hackathon dedicato al Mare Adriatico: 14 team composti da scienziati ambientali, ingegneri, biologi marini, esperti di acquacoltura e pesca, biotecnologi, creativi, grafici, designer e web designer, esperti di marketing, comunicazione e turismo, specialisti di strategie di impresa, economisti, professionisti e studenti/dottorandi/ricercatori dei settori pertinenti saranno coinvolti in una maratona (hackathon infatti è l'unione di marathon+hack) lunga un weekend per progettare idee imprenditoriali relative allo sfruttamento e utilizzo innovativo e sostenibile delle barriere naturali e artificiali del Mare Adriatico e delle risorse a loro correlate.

Iscrizioni, partenza e premi

Adriathon Challenge è a iscrizione gratuita fino al 29 luglio e partirà alle 14.30 del 30 agosto con l’accoglienza dei team e una serie di focus tematici a cura di esperti del settore. I vari team saranno poi chiamati a ideare modelli di business innovativi legati alla blue economy per lo sfruttamento sostenibile delle barriere naturali e artificiali del Mare Adriatico dal punto di vista della pesca, acquacoltura, turismo costiero, biotecnologie marine, ricerca ed educazione ambientale, protezione dell'ambiente marino costiero.

I lavori termineranno domenica 1 settembre intorno alle 13 con la premiazione. Una giuria appositamente incaricata selezionerà i tre migliori progetti, per i quali è stata messa a budget la somma di 10.000€ a titolo di corrispettivo per l'acquisto dell'idea presentata ed eventuali future implementazioni coerenti con il progetto Adrireef. Al primo team: un contratto di servizio per 5.000€, al secondo 3.000€ e al terzo 2.000€. 

Le parole degli assessori 

"Adrireef – dichiarano gli assessori di riferimento del progetto: Ouidad Bakkali, Giacomo Costantini, Gianandrea Baroncini, Massimo Cameliani - è un progetto ambizioso che coinvolge vari assessorati con l'obiettivo di costruire un piano specifico per la valorizzazione delle barriere marine artificiali e naturali adriatiche. La conservazione ambientale è un'opportunità di sviluppo territoriale, turistico, imprenditoriale e parlare di barriere marine ci porta a immaginare, e ragionare, su aree interessanti a fini turistici, o su progetti che possano aiutare la pesca e l’acquacoltura in un circuito virtuoso di utilizzo sostenibile. Il progetto è totalmente finanziato dal programma dell'Unione Europea Interreg Italia-Croazia, con un budget complessivo di due milioni e mezzo di euro, dei quali più di 450 mila euro  sono  arrivati a Ravenna. A progetto appena iniziato, partiamo con l'ADRIREEF festival, un momento di confronto con la cittadinanza e i portatori di interesse economici per far emergere quale possa essere il giusto modello di valorizzazione delle nostre barriere marine e in generale di quelle adriatiche nell'ottica della blue growth. Il cuore del festival sarà Adriathon: un hackaton del mare e una chiamata a menti creative che condividono con noi la riflessione che sia possibile legare imprenditorialità e conservazione ambientale partendo da Marina di Ravenna”.

Ciascun team deve essere composto da minimo 3 e massimo 6 persone, la scadenza per le iscrizioni è alle 12 del 29 luglio 2019.
Regolamento: http://bit.ly/Adriathon
Modulo iscrizione: https://adriathon_challenge.eventbrite.it

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.