5 ottobre 2011 - Russi, Cronaca

Una nuova casa famiglia a Russi

L'inaugurazione questa mattina alla presenza del sindaco

E’ stata inaugurata questa mattina, alla presenza del sindaco di Russi Sergio Retini e dell’assessore ai Servizi Sociali Laura Errani, la nuova casa famiglia Ales in via Chiesuola 61, poco prima dell’abitato di Pezzolo.

 

La struttura, di proprietà di Pietro Mazzotti, è gestita dalla società Alea s.n.c., di recente costituzione, diretta da Samantha Rossi e Fatima Nossfi, entrambe con esperienza in campo assistenziale e di servizi domiciliari. La casa famiglia potrà ospitare fino a sei persone, ed è autorizzata ad ospitare e assistere persone anziane ancora autosufficienti; garantisce inoltre servizi di trasporto per anziani e persone portatrici di handicap, attività nell’ambito di servizi ausiliari integrativi, assistenza sanitaria e servizi di fisioterapia. La casa è situata in piena campagna, con larghi spazi all’aperto e la possibilità per le persone ospitate di portare con sé i propri animali domestici.

 

“Si tratta di una struttura privata che si integrerà bene con il servizio pubblico locale – commenta l’assessore Errani -. In particolare questa casa famiglia potrà dare risposte concrete ai cittadini di Russi con necessità di sostegno domestico che oggi sono alloggiati in strutture molto lontane dalla nostra città, e spesso a costi molto onerosi. Qui i prezzi sono più accessibili della media e questa casa famiglia può diventare una soluzione anche per ricoveri di sostegno di breve periodo”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.