10 ottobre 2017 - Russi, Economia & Lavoro

Russi, due nuovi supermarket: le perplessità di Confesercenti

Giovedì 12 incontro tra i commercianti e il sindaco

Giovedì 12 ottobre alle 15 è previsto un incontro aperto a tutti i commercianti di Russi presso la Sala Convegni del Centro Culturale Polivalente: Confesercenti, nell'ambito delle iniziative de “I Mesi del Commercio”, intervisterà il Sindaco Sergio Retini sul futuro dell'economia locale, alla luce delle due nuove aperture di supermarket nell'area comunale, spiega l'Associazione.

 

Dopo la lettera aperta inoltrata al Sindaco e successivamente alla stampa, Confesercenti continua ad esprimere duramente tutte le perplessità sulle aperture imminenti di ben due nuovi insediamenti GDO alle porte della cittadina, la prima in direzione Ravenna, la seconda verso Faenza.

La referente per Confesercenti dell'area di Russi Sara Reali commenta così la decisione dell'Amministrazione di concedere le nuove aperture.

 

“Come Associazione siamo da sempre contrari e critici nei confronti di nuove aperture di grandi strutture, specialmente in piccole realtà come quella di Russi, peraltro già ben fornita di punti vendita GDO rispetto al numero di residenti.

La posizione strategica di Russi, che da sempre è Centro di Romagna, ne fa un punto a metà strada tra Ravenna, Lugo e Faenza, città dove la Grande Distribuzione Organizzata è radicata e dispone di un'ampia offerta che soddisfa ampiamente, come sappiamo, anche i comuni più piccoli che vi gravitano intorno.

 

Due nuove aperture in un arco di tempo ravvicinato pongono diversi quesiti che vorremmo portare al Sindaco: sono davvero necessari altri due supermercati a Russi? Quali sono, per contro, le proposte di valorizzazione del Centro Storico? Cosa si intende fare per rilanciare l'economia russiana?

 

Giovedì ci troveremo insieme ai commercianti di Russi per parlare del loro futuro e delle azioni che l'Amministrazione dovrà studiare per far fronte alla desertificazione, alle vetrine chiuse, perché non vogliamo che Russi diventi un paese-dormitorio e che le piccole imprese locali, linfa vitale delle piccole città, non si vedano costrette a chiudere o a trasferire le proprie attività altrove.”

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.