30 aprile 2019 - Russi, Politica

Russi: "Cambia Ross" in merito all'esposto ricevuto da "Russi Libera e Sicura"

L'esposto è costato una sanzione di 430 euro per un manifesto elettorale fuorilegge

Acceso scontro fra la lista "Cambia Ross" e la controparte "Russi Libera e Sicura" in vista delle elezioni amministrative del 26 maggio. Oggetto del duro confronto un manifesto elettorale che non doveva essere esposto pubblicamente. Interviene in merito Gianluca Zannoni candidato sindaco per la lista "Cambia Ross".

"Quando non si hanno proposte politiche concrete si cerca di ostacolare l’attività elettorale altrui aggrappandosi a cavilli amministrativi. La sera del 26 aprile scorso Cambia Ross ha organizzato una festa ai giardini della rocca “Melandri” con tutte le necessarie autorizzazioni rilasciate dal Comune di Russi. A mezzogiorno, mentre alcuni esponenti di Cambia Ross stavano allestendo lo spazio, due plance, una delle quali raffigurante materiale elettorale, erano state appoggiate per pochi minuti sul marciapiede di via Don Minzoni all’altezza dei giardini della rocca stessa.

Ergendosi a sceriffo un esponente di Russi Libera e Sicura ha ben pensato di avvisare la Polizia Municipale per risolvere il “grave” abuso. Ovviamente, dopo pochi minuti, la plancia incriminata era già stata posta all’interno della rocca. In seguito all’esposto il giorno seguente la Municipale ha contestato una salata sanzione amministrativa. La multa, che ammonta a 430 euro, è una cifra spropositata per i civici di Cambia Ross che non sono foraggiati da partiti organizzati.
“Ma noi siamo diversi” dichiara ancora Gianluca Zannoni, candidato sindaco di Cambia Ross, “siamo sempre stati abituati in una campagna elettorale amministrativa ad avvisare direttamente i nostri avversari in caso di eventuali disattenzioni. Perché a noi le cose piace dirle apertamente e direttamente e confrontarci con gli avversari sul merito”. “Ovviamente faremo ricorso” aggiunge Zannoni, “in quanto riteniamo il provvedimento illegittimo, perché stavamo semplicemente scaricando il materiale. Riteniamo questo un colpo basso nei nostri confronti. Aggiungo che ad oggi, nella sede di Russi Libera e Sicura, sono ancora presenti manifesti elettorali rivolti verso l’esterno e ben visibili. Il che è in violazione di quanto indicato nel provvedimento del Prefetto di Ravenna che disciplina questa competizione elettorale. Abbiamo pertanto il materiale necessario per procedere con un medesimo esposto nei loro confronti, ma non l’abbiamo fatto e non lo faremo”. Continua poi: “Si ergono a tutori della legge ma sono i primi a non rispettare le regole. Qualcuno vuole veramente farsi governare da chi si ritiene superiore alla legge e vuole applicarla solamente agli altri?”. A chi crede che per governare una città - conclude Zannoni -  debba esserci una politica leale che tuteli tutti e non solo una fazione, chiediamo di sottoscrivere la nostra raccolta fondi per pagare una multa ingiusta. Se dovessimo vincere il ricorso, e siamo sicuri sarà così, devolveremo la somma raccolta al Centro Paradiso.

Tutti i documenti relativi al caso, esposto, multa e foto delle violazioni in questione, saranno pubblicati sulla pagina Facebook di Cambia Ross nei prossimi giorni.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.
Maratona di Ravenna Ravenna Città d'arte, edizione 2019