16 luglio 2019 - Russi, Economia & Lavoro

Mercatone Uno: Caricento attiva il "Protocollo banche" a sostegno dei lavoratori

I dipendenti potranno richiedere l’anticipo della cassa integrazione e beneficiare della sospensione, fino a 12 mesi, delle quote capitali sulle rate di mutuo.

La Cassa di Risparmio di Cento ha attivato il “Protocollo Banche” per intervenire a sostegno dei dipendenti dell’azienda Mercatone Uno che potranno richiedere l’anticipo della cassa integrazione e beneficiare della sospensione, fino a 12 mesi, delle quote capitali sulle rate di mutuo.

Dopo l’annuncio del fallimento della società Shernon Holding, che meno di un anno fa aveva acquisito i punti vendita della storica catena di arredamenti ed oggettistica per la casa, circa 1800 lavoratori in tutta Italia si sono trovati senza prospettive certe per il futuro.

La Regione Emilia-Romagna ha chiesto la disponibilità delle Banche ad attivare misure straordinarie per sostenere i dipendenti e Cassa di Risparmio di Cento ha risposto subito in maniera positiva, volenterosa di dimostrare la propria vicinanza ai lavoratori di Mercatone Uno che stanno vivendo un periodo di particolare disagio dovuto al dissesto dell’azienda.

Per usufruire delle misure straordinarie attivate dalla Cassa è necessario presentare richiesta presso una delle 47 filiali distribuite tra le province di Ferrara, Bologna, Modena e Ravenna.

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.