3 agosto 2019 - Russi, Politica

Russi: "Addio o arrivederci al Festival Internazionale del Folklore"?

Andrea Flamigni, capogruppo della lista "Russi libera e sicura" interviene sull'annullamento del tradizionale festival annullato dopo 31 edizioni consecutive

Dopo 31 edizioni quest'anno il tradizionale e oramai consolidato "Festival internazionale del Folklore" di Russi che doveva tenersi in questi giorni non si terrà. 
La notizia certa già da tempo potrebbe passare inosservata, o quantomeno la si vorrebbe far passare in secondo piano da parte dell'amministrazione comunale, ma non è cosi. 
"Che il festival fosse in crisi di risultati e non godesse di buona salute dal punto di vista economico lo si sapeva da tempo - afferma Andrea Flamigni, Consigliere Comunale e Capogruppo Russi Libera e Sicura - ma preme ricordare che nelle ultime due edizioni dello stesso si sono presentati sul palco il consigliere regionale Manuela Rontini e l'assessore regionale al turismo Andrea Corsini, promettendo che la regione Emilia Romagna si sarebbe attivata per far si che il festival continuasse il suo percorso. 
"Belle parole - continua Flamigni - alle quali però non è stato dato seguito. Di certo non si può incolpare unicamente l'attuale Sindaco Valentina Palli, chi l'ha preceduta non ha di certo pensato al dopo." La cancellazione del Festival riapre un dibattito lungo nel tempo sulla cultura a Russi. Da anni non vi è di fatto un assessore alla cultura con alle spalle un curriculum degno di nota per ricoprire tale incarico, e i risultati ottenuti sono ben visibili. 
Il Festival del folklore era una delle poche realtà culturali rimaste che continuava a riempire la piazza. 
Necessitava sicuramente di essere modificato, di avere un nuovo format e soprattutto di riportare alla domenica la passeggiata dei gruppi per le vie del centro, che scelleratamente era stata spostata in un giorno feriale. 
"Auspico che questo anno di stop - prosegue Flamigni - serva a riprogrammare al meglio il festival e dargli una nuova linfa vitale, per non perdere un evento ormai tradizionale per la nostra città. 
Auspico inoltre che la nuova giunta possa dare a Russi una nuova ventata di cultura e di promozione del nostro territorio, attraverso nuove idee che vadano  anche oltre all'enogastronomia.
Da parte nostra l'impegno del Gruppo Consiliare Russi Libera e Sicura sarà quello di portare avanti con buonsenso dai banchi dell'opposizione le idee e le proposte del nostro programma elettorale.
Basterebbe trarre ispirazione da comuni più virtuosi del nostro, come ad esempio Bagnara di Romagna, che con a capo il Sindaco Professor Riccardo Francone propone annualmente 
diverse soluzioni culturali di notevole caratura, come "Popoli pop cult festival" che quest'anno ha superato oltre 20 mila presenze, o la rassegna "Muse", terminata in questi giorni e dotata di ottima programmazione anche in collaborazione con il "Plautus festival" di Sarsina (eccellenza nazionale). 
Bagnara - conclude Flamigni - con appena 2500 abitanti e risorse economiche sicuramente inferiori alle nostre, è la chiara testimonianza che la cultura non va trascurata, che la cultura unisce e porta visibilità e prestigio alla città."

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.