20 agosto 2019 - Russi, Cultura

Russi: Per "Incontri a catena" Mercoledì 21 agosto Cristiano Cavina presenta "Ottanta rose mezz'ora"

Nuovo appuntamento con la rassegna letteraria estiva in piazza Dante, con gli autori che presentano i loro libri

"Incontri a catena" è un programma estivo d’incontri letterari con gli autori che, ogni mercoledì alle 21.00 in piazza
Dante, presenteranno i loro libri.

La rassegna letteraria è a cura dell'Associazione Kultura, la libreria LibriMi di Miranda Blosi, il Bar Centrale e la gastronomia Delithia e il moderatore delle serate è Simone Cellini.
Durante le presentazioni sarà possibile cenare, usufruire del servizio bar, cantina e gelateria e acquistare libri.
Ogni mercoledì, fra i presenti, verrà sorteggiata una persona che riceverà in omaggio il libro presentato.

Mercoledì 21 agosto è il turno di Cristiano Cavina che presenta il suo volume "Ottanta rose mezz'ora".

Il libro racconta di due persone che si incontrano per caso. Due vite sospese per aria. Lui scrive, e tra libri e seminari ricava più o meno di che vivere; Sammi è una ballerina che insegna danza alle bambine. Si mandano messaggi, si cercano. Il desiderio sale dritto dalla pancia, li trascina nei vicoli bui, contro saracinesche arrugginite. Li fa vibrare come una corda sola. Lui con le sue zone oscure, la sua attrazione per i territori estremi. Sammi con il suo broncio, il passo che piega la superficie del mondo. Sammi che attira disastri, e si trova sommersa dai debiti. C'è una strada che sembra molto facile. Basta un annuncio. Aprire la porta a sconosciuti. Può assentarsi dal corpo e vendersi così, senza emozioni?

“Per tanto tempo ho evitato di raccontare questa storia - dichiara l'autore - . Apparteneva a un aspetto della mia vita segreto, che non mi sentivo pronto a raccontare. O forse, che avevo paura di raccontare. Pensavo e facevo altro, anche se gli avvenimenti di quei giorni continuavano a tornare, io li respingevo. O meglio, mi spostavo un poco più in là, nella speranza che si dimenticassero di me. Ma ogni volta trovavano la strada per tornare. Era come un fantasma che mi perseguitava. Poi, non ho avuto più spazio per scappare. E’ la storia vera di due persone che si incontrano per caso e scoprono di amare in modo diverso. Due persone che vivono in bilico, in equilibrio su un filo molto sottile. È la dichiarazione d’amore al coraggio di una ragazza, alla sua lotta per mantenere l’integrità a ogni costo, - conclude Cavina -  un omaggio che sta in bilico tra purezza e corruzione, perversione e sesso, fallimento e redenzione”.

 

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.