20 febbraio 2019 - Turismo, Economia & Lavoro

Un parco tematico sul mare, la nuova idea per Ravenna

Per incrementare i flussi turistici in città

“Maré, una cittadella delle scienze del mare per la crescita di Ravenna”

Venerdì 22 febbraio dalle 20.30 nella sala “Buzzi” in via Berlinguer 11 si terrà una conferenza sul tema “Maré, una cittadella delle scienze del mare per la crescita di Ravenna”, promossa dalla delegazione Ravenna dell’associazione ATENA Emilia Romagna, in collaborazione con il consiglio territoriale “Ravenna sud”.

L’incontro ha lo scopo di presentare un’idea progettuale intesa alla creazione di un parco tematico sul mare, denominato, appunto, Maré, che potrebbe contribuire ad incrementare i flussi turistici in città.

Idee, progetti, costi e ritorni economici e culturali saranno esposti dal comandante Marco Mascellani, socio fondatore di ATENA Ravenna-ER e ideatore dello studio.

Introdurranno la serata il presidente della sezione ravennate di Atena (associazione italiana di Tecnica Navale), Riccardo Baldini e il presidente del Consiglio territoriale Ravenna Sud, Antonio Mellini.

Note biografiche

Il comandate Marco Mascellani, già sommergibilista della Marina Militare e Direttore di macchina sui sottomarini Toti, Da Vinci e Marconi, oltre al pattugliatore di squadra Bersagliere, ha collaborato con il museo di Milano per la musealizzazione del sottomarino Toti e con Galata Museo del Mare di Genova per la musealizzazione del sottomarino Sauro. Ha realizzato ad Ancona, per la Marina Militare, la sala museale dedicata a Guglielmo Marconi e alle trasmissioni senza fili. Collaboratore di riviste del settore navale, è anche autore del romanzo “Delfini d’Acciaio” (2001) e dei saggi “Vedetta Atlantica” e “Fischia immersione” (di imminente pubblicazione).

Scrivi un commento

Abbiamo bisogno del tuo parere. Nel commento verrà mostrato solo il tuo nome, mentre la tua mail non verrà divulgata. Puoi manifestare liberamente la tua opinione all'interno di questo forum. Il contenuto dei commenti esprime il pensiero dell'autore che se ne assume le relative responsabilità non necessariamente rappresenta la linea editoriale del quotidiano online, che rimane autonoma e indipendente. I commenti andranno on line successivamente. L’Editore si riserva di cambiare, modificare o bloccare i commenti. E’ necessario attenersi alla Policy di utilizzo del sito, alle Policy di Disqus infine l’inserimento di commenti è da ritenersi anche quale consenso al trattamento dei dati personali del singolo utente con le modalità riportate nell'informativa.