Il celebre imprenditore scomparso nel 2015

Venerdì 20 luglio è stato inaugurato il nuovo lungomare di Milano Marittima alla presenza di Stefano Bonaccini  Presidente della Regione Emilia-Romagna, Andrea Corsini  Assessore al Turismo Regione Emilia-Romagna, Luca Coffari Sindaco di Cervia.

 

Dopo gli interventi delle autorità e il taglio del nastro, per l’occasione è stata scoperta anche una targa in memoria di Antonio “Tonino” Batani, il lungimirante imprenditore e  albergatore d’eccellenza del sistema turistico italiano, scomparso nel 2015, che riqualificò il tratto fra via Baracca e via Cimarosa.

 

A portare il saluto anche Paola Batani figlia di Tonino e il rappresentante della Cooperativa Bagnini Cervia Danilo Piraccini, che hanno offerto il brindisi inaugurale e il buffet.

 

Particolarmente suggestiva la passeggiata sul nuovo lungomare, in cui tutti i presenti hanno potuto deliziarsi della musica dei gruppi Adriatic Dixieland Jazz Band, Orchestra Giovanile Città di Cervia, Scuola di musica Rossini Cervia, Scuola arti e mestieri Angelo Pescarini, Orchestra La Corelli e delle letture del Laboratorio di lettura Biblioteca di Cervia e Ecomuseo.

 

 

Stefano Bonaccini presidente della Regione: “E’ un altro importante traguardo che rende Milano Marittima e la nostra Costa sempre più belle e attrattive sia per i cittadini sia per i tantissimi turisti. Una riqualificazione che cade nell’anno in cui la Lonely Planet, forse la guida più importante al mondo, mette l’Emilia-Romagna al primo posto della graduatoria ‘Best in Europe 2018’ sulle dieci migliori destinazioni da visitare in Europa, davanti a nazioni come Spagna e Olanda. Interventi come questo, cui abbiamo contribuito con 350mila euro di risorse regionali e grazie anche all’impegno di amministratori e imprenditori lungimiranti, qualificano il nostro territorio rendendolo un posto davvero da vivere e visitare 365 giorni all’anno. Il risultato di un lavoro condiviso che vede insieme pubblico e operatori privati”.

 

Andrea Corsini assessore regionale a Turismo e Commercio: “E’ un’opera che qualifica Milano Marittima e tutta la nostra riviera premiata sempre più dal turismo nazionale e internazionale come dimostrano i dati che hanno registrato, lo scorso anno, un aumento delle presenze rispettivamente del 4,5% e dell’8% sul precedente.  Un intervento frutto di un lavoro di squadra che ha coinvolto pubblico e privato e che mette al centro la cura dell’ambiente e del patrimonio paesaggistico della città. Mi fa quindi piacere che sia ricordato qui Tonino Batani, un grande imprenditore legato al territorio”.

 

Luca Coffari sindaco di Cervia : “Il nuovo lungomare è un opera attesa da anni ed ora è diventata una nuova cartolina della città. Verde, luce e percorsi ciclo pedonali hanno preso il posto di caos, lamiere, polvere e buio, dando un segno importante per il rilancio della località. Unirà Milano Marittima ed arriverà nei prossimi anni fino al porto turistico per poi proseguire attraverso le opere in corso fino alle saline. È un cambiamento importante e necessita di un po’ di tempo di assestamento per cambiare alcune abitudini, con l’aiuto di tutti potremmo accompagnare i cambiamenti in modo positivo. Debbo dire anche che il gradimento di tanti turisti e cittadini ci ha sorpreso positivamente. Ringraziamo la Regione che ha contribuito al finanziamento degli stralci precedenti, credendo in questa riqualificazione di un importante pezzo della città. Ringrazio le aziende che hanno realizzato l’opera e soprattutto i nostri uffici tecnici comunali per il grande impegno. Ringrazio anche Tonino che per primo finanziò e sposò questa filosofia di progetto così come ringrazio gli operatori lungimiranti che credono in questa visione di futuro”.

 

Danilo Piraccini Cooperativa Bagnini Cervia: “Milano Marittima è famosa per le sue caratteristiche di località elegante, attenta alla qualità della vita dei suoi ospiti, un’oasi prevalentemente verde grazie alla vasta pineta e ai giardini. Il restyling del lungomare fa parte di questa visione e aumenta la bellezza della città. Ha eliminato le auto dal waterfront scegliendo di dare la precedenza ai pedoni e alle bici, creando una promenade ricca di verde che si identifica con l’ingresso al mare, contribuendo così a valorizzare le nostre imprese. Grazie al nuovo lungomare i turisti possono percorrere in sicurezza la distanza dal centro di Cervia a Milano Marittima, di questo le attività trarranno beneficio. L’ingresso al mare diventa sicuro, anche nelle ore notturne, grazie all’impiego delle numerose telecamere in prossimità dei luoghi che prima erano degradati. Per questi motivi la Cooperativa bagnini ha sostenuto con convinzione la realizzazione del lungomare, un’opera richiesta da anni dai frequentatori della località, nel  ricordo anche di Tonino Batani”.

 

Paola Batani: “Sono lusingata e onorata che nel nuovo lungomare di Milano Marittima sia stata posta una targa in ricordo di mio padre. Il suo amore per la nostra località è stato profondo, infatti partì con lui anche la riqualificazione di questa passeggiata a mare. Cervia l’ha sempre ricambiato con tanto affetto, credo soprattutto perché non ha mai perso la sua umanità, la semplicità e l’attenzione alle persone, sempre pronto ad una battuta con tutti, anche in dialetto, e mai dimenticando le sue origini. La sua umiltà lo portava ad affermare ‘la mia è una storia come tante’ anche se di strada ne ha percorsa tanta”.

 

 

Scheda riassuntiva del nuovo lungomare di Milano Marittima

 

Descrizione

 

L’obiettivo è creare un equilibrio tra la ricostruzione del paesaggio vegetale e l’unione tra la fascia dell’arenile e l’ambito urbano anche con spazi per la socializzazione, sosta e fruizione che possano fare da trait d’union tra gli stabilimenti e gli hotel.

Percorsi ciclabili e pedonali, verde pubblico, parcheggi per le biciclette.

Passerelle in legno che servono a preservare la piccola duna naturale, in quanto la salvaguardia dell’ambiente è un elemento centrale per il benessere dei cittadini e dei turisti.

Il percorso pedonale e ciclabile larghezza complessiva di 4,00 m.

Estesa area verde anche con alberi a basso fusto, rotatorie per le manovre degli autoveicoli. Realizzati i sottoservizi impiantistici indispensabili quali l’impianto di illuminazione, irrigazione aree verdi e fognatura acque bianche e nere.

Tra viale Forlì e via Zara preservata e rinaturalizzata la duna e realizzata una passerella in legno sopra la duna che permette il passaggio.

Sistemi di arredo scelti anche in funzione di una loro facile manutenzione e omogenei per tutti i tratti.

Tra il percorso ciclo-pedonale e la linea delle concessioni balneari fascia verde di dimensioni variabili a seconda della zona con la realizzazione di un muretto a secco impermeabile per contrastare l’ingressione marina. 

Lungomare caratterizzato dal verde e dall’arte contemporanea sviluppando una delle anime di Milano Marittima fondata dall’artista Giuseppe Palanti.

 

I numeri

 

Dati complessivi

Lunghezza 1.000 metri 

Costo 2.300.000 euro DI CUI 350.000 finanziati dalla Regione Emilia-Romagna

 

Tratti

Canalino Milano Marittima – via Toti 

Lunghezza 600 metri

Costo 1.600.000 euro finanziamento Comune di Cervia

 

Via Toti – via Baracca e via Cimarosa – via Ponchielli

Lunghezza 300 (150+150) metri

Costo 700.000 euro finanziamento 50% Comune di Cervia 50% Regione Emilia-Romagna

 

***********

IN PROGETTO Via Ponchielli – via Boito  

Lunghezza 300 metri

Costo preventivato 800.000 euro

************

INTERVENTO BATANI  (prima del 2014) Via Baracca – via Cimarosa

Lunghezza 160 metri