Dal 20 al 22 aprile tante novità per la quinta edizione del festival internazionale

Loose 2019

Tra techno, bass music, house, reggaeton, avanguardie e sperimentazioni, la quinta edizione del festival internazionale che Club Adriatico ama definire una sua espansione è fatta di prime volte, ritorni, scommesse, contaminazioni e connessioni come sempre non convenzionali.

Diciotto artisti, tre giornate e due nuove location tra la darsena e la costa di Ravenna (la Rocca Brancaleone e la spiaggia Boca Barranca) accanto alle due main venue delle ultime edizioni, l’Almagià, la base di Club Adriatico, e l’adiacente spazio del Darsena Pop Up, espandono le coordinate del lungo weekend da sabato 20 a lunedì 22 aprile. 

Gli artisti

  • Batu, dj e producer simbolo della scena elettronica underground di Bristol, è stato portato per la prima volta in Italia da Club Adriatico nella serata d’apertura della stagione 2016 in un b2b con Lurka. Dopo varie uscite sulla sua influente label Timedance e sulla Hessle Audio della triade Ben Ufo/Pearson Sound/Pangaea, ha pubblicato l’EP “Rebuilt“ su XL Recordings spingendo le sue inconfondibili pulsioni bass in scenari techno inesplorati.
  • Producer innovativo ed eclettico e figura chiave della PAN di Bill Kouligas, M.E.S.H. è ormai un ospite consolidato e un amico fraterno di Club Adriatico. Dopo aver chiuso all’indimenticabile afterparty a sorpresa l’ultima alba di LOOSE 2017, l’artista californiano di base a Berlino, fondatore e resident dei party Janus torna a LOOSE con le sue selezioni spiazzanti, avvolgenti e inarrestabili.
  • Anche per NKISI si tratta di un ritorno dopo Loose 2017. Ma per questa edizione la producer belga di origine congolese si esibirà per la prima volta in Italia con un set live, il set del nuovo ambizioso LP “7 Directions”, uscito per la UIQ di Lee Gamble.
  • In line up per la prima volta il collettivo cesenate di danza, performance e sperimentazione sonora dei Dewey Dell. Cresciuti nella compagnia teatrale d’avanguardia Socìetas Raffaello Sanzio, i fratelli Teodora, Demetrio e Agata Castelucci ed Eugenio Resta, con questo progetto d’arte traversale hanno costruito un nuovo linguaggio esplorativo che connette performance, musica elettronica, luce e animazione.
  • Sono non convenzionali le connessioni e i punti di contatto che portano all’Almagià il “maestro” Flavio Vecchi, icona della “old skool” house della Riviera e resident diclub come l’Ethos Mama Club e Echoes e afterparty come il Vae Victis e il Diabolika che hanno fatto la storia del clubbing italiano e la dirompente performance figlia delle avanguardie post-punk di quell’epoca rivisitato in chiave contemporanea dal collettivo di Glasgow The Modern Institute (formato da Laurie Pitt e Richard McMaster già Golden Teacher).
  • Così come quelle che legano idealmente Bruxelles con il progetto tra reggaeton e industrial della madrilena Clara! e il compositore sperimentale belpa Maoupa Mazzocchetti e l’Olanda della stravagante dj olandese Marcelle Van Hoof aka Dj Marcelle (Another Nice Mess) che ha iniziato a collezionare centinaia di vinili negli anni ’70 del glam e del punk per poi espandere verso orizzonti house, techno, dub, hip hop, world e caraibici la sua sterminata collezione di vinili che mixa rigorosamente con tre piatti in djset scioccanti e frenetici. 
  • Arrivano a Loose per la prima volta Low Jack, il dj parigino di origini honduregne fondatore di Editions Gravats e tra i più ispirati producer di techno sperimentale del giro L.I.E.S. Records e In Paradisum, Ploy il producer londinese di Timedance (con un background di release per Hessle Audio e Hemlock) con la sua bass convulsa e percussiva, insieme a uno dei più raffinati conoscitori e selezionatori italiani del filone, Piezo, producer milanese con release su altre etichette iconiche della capitale-epicentro del genere, come Idle Hands e Swamp81.
  • Tornano a esibirsi live per questa quinta edizione di Loose i Primitive Art l’ineffabile ambient duo dub “post-apocalittico” formato Matteo Pit e Jim C. Nedd dopo la pubblicazione dell’EP “Arcola” sulla prestigiosa sub-label di Warp, Arcola, e una serie di live esclusivi in giro per l’Europa.
  • Chiuderà il pomeriggio di lunedì 22 alla Spiaggia Boca Barranca di Marina Romea il b2b della talentuosa dj portoghese Jackie con Simone Trabucchi aka STILL, fondatore di Hundebiss e apprezzato per la sua vibrante dance hall digitale in “I” uscito per PAN.
  • Completano la line-up le selezioni dell’imperscrutabile Serena Butler, del resident di Club Adriatico Bangutot e di due giovani dj, la brasiliana di stanza a Bologna Amazon Prim e la milanese Rosa Calix, che si alterneranno insieme a quelle di altri guest nei set pomeridiani.

Loose Festival

Programma completo

SABATO 20 APRILE

DARSENA POP UP – Dalle 18:00 alle 22:00 | Via dell’Almagià 2 – Ingresso Gratuito In collaborazione con AKAMì e Darsena Pop Up.

PIEZO (DJ Set) • ROSA CALIX (DJ Set)

Bar, Food & Drinks  

ALMAGIA’ – Dalle 23:00 alle 4:00 | Via dell’Almagià 2 – Ingresso € 15

DJ MARCELLE (DJ set) • PLOY (DJ set) • THE MODERN INSTITUTE (Live) • NKISI (Live) • DEWEY DELL (Live)

DOMENICA 21 APRILE

ROCCA BRANCALEONE – Dalle 17:00 alle 22:00 | Via Rocca Brancaleone – Ingresso Gratuito In collaborazione con Brancaleone

LOW JACK (DJ Set) • AMAZON PRIM (DJ Set) • SERENA BUTLER (DJ Set) • CLUB ADRIATICO DJ’S (DJ Set)

Bar, Food & Drinks

ALMAGIA’ - Dalle 23:00 alle 5:00 | Via dell’Almagià 2 – Ingresso € 15

FLAVIO VECCHI (DJ Set) • BATU (DJ Set) • M.E.S.H. (DJ Set) • CLARA! Y MAOUPA (Live) • PRIMITIVE ART (Live)

LUNEDÌ 22 APRILE

SPIAGGIA BOCA BARRANCA – Dalle 14:00 | Viale Italia, 301 Marina Romea (RA) Ingresso Gratuito In collaborazione con Boca Barranca.

STILL b2b JACKIE (DJ Set) • BANGUTOT (DJ Set) • CLUB ADRIATICO DJ’S (DJ Set)

Bar, Food & Drinks

Informazioni 

Pass per i 3 Giorni di Loose 2k19 a € 30 + in regalo la T-Shirt edizione limitata del festival. Vivaticket: http://bit.ly/Loose19WeekendPass

Loose Festival è realizzato da E Production in collaborazione con COMUNE DI RAVENNA – ASSESSORATO ALLA CULTURA e REGIONE EMILIA ROMAGNA, e con il supporto di Carhartt Work in Progress.