L’uomo si trovava in sosta in un distributore di carburante in via Faentina a Ravenna dove i poliziotti hanno poi rinvenuto due involucri contenenti residui di cocaina

La Polizia di Stato, a seguito di un controllo eseguito attorno alle 4 del mattino di sabato 11 maggio, ha indagato in stato di libertà un 47enne cittadino italiano, incensurato, per i reati di guida in stato di ebrezza alcolica e sotto l’effetto di stupefacenti.

L’uomo, sorpreso da una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura mentre si trovava in sosta all’interno di una stazione di rifornimento carburanti in via Faentina a Ravenna, alla vista della macchina di servizio ha tentato di partire velocemente col chiaro intento di eludere il controllo. Dopo aver percorso pochi metri il veicolo è stato prontamente fermato dai poliziotti, che hanno proceduto all’identificazione del conducente, in un visibile stato di ebrezza alcolica.

Inoltre, durante il controllo dell’auto, gli agenti hanno rinvenuto vicino alla leva del cambio una tessera sanitaria con delle evidenti tracce di polvere bianca, poi risultata essere cocaina. In più, nel luogo dove l’auto si trovava in sosta, i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato due involucri di materiale plastico termosaldato contenenti una piccola quantità di cocaina.

Il 47enne è stato quindi sottoposto agli accertamenti per verificare l’eventuale assunzione di droghe e alcol, e gli esami sono risultati entrambi positivi: il primo per l’assunzione di cocaina, l’altro per un tasso alcolemico con un valore misurato di 1,1 g/l. Pertanto l’uomo è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria e gli è stata ritirata la patente di guida, mentre l’auto sulla quale viaggiava è stata sequestrata ai fini della confisca.