Debutta oggi, venerdì 17 maggio, a Matera, “Purgatorio”, seconda parte del progetto La Divina Commedia: 2017-2021, ideazione, direzione artistica e regia di Marco Martinelli ed Ermanna Montanari. Lo spettacolo, coproduzione Ravenna Festival-Teatro Alighieri e Fondazione Matera-Basilicata 2019, in collaborazione con Teatro delle Albe-Ravenna Teatro, sarà in scena in Basilicata fino al 2 giugno, poi sarà nel programma del Ravenna Festival dal 25 giugno al 14 luglio 2019.

“Il Purgatorio è la cantica del ricominciare – spiegano Marco Martinelli ed Ermanna Montanari –. Si può ricominciare? Dopo un fallimento, una sconfitta, una delusione? Ce la facciamo, a cavarci dalla bocca quell’amaro che sa di morte, a ritrovare il gusto della vita? Si può ancora sorridere, dopo che l’angoscia ci ha serrato il cuore con le sue tenaglie, fin quasi ad arrestarlo? Si può uscire da quell’inferno che è diventata l’esistenza? Certo che si può. È come ritornare sui banchi di scuola, in prima elementare, e apprendere una lingua nuova. Hai sfogliato il catalogo di tutte le violenze e di tutti gli orrori, hai scrutato nel buio di tutti quei volti malvagi che sono il tuo volto, ora apprendi l’alfabeto della compassione. Come per Inferno, anche quest’anno faremo della Divina Commedia un’azione corale politica: politica perché chiama a raccolta tutta la polis, politica perché capace di critica radicale allo stato delle cose, politica perché l’Italia è “serva” oggi come lo era sette secoli fa”.