Due testimoni l’hanno visto graffiare la macchina con un oggetto appuntito

Uomo del 1933 denunciato per vandalismo ai danni di una 25enne

Un faentino del 1933 è stato denunciato dalla polizia locale della Romagna Faentina per aver compiuto un atto vandalico ai danni di una ragazza di Lugo del 1994.

La ragazza aveva parcheggiato la propria auto davanti ad un cancello pedonale in viale Baccarini.

Il proprietario dello stesso aveva richiesto l’intervento della polizia locale per richiedere la rimozione del veicolo.

I graffi sulla macchina della 25enne

I vigili giunti sul posto avevano però accertato che il veicolo, pur essendo in sosta irregolare, non poteva essere rimosso non essendo davanti ad un passo carrabile segnalato in maniera regolare.

Si erano pertanto limitati alla sanzione di divieto di sosta, spiegando anche la cosa all’uomo.

Tornata alla macchina l’aspettava una bruttissima sorpresa

La ragazza lughese però, ritornata al proprio veicolo, aveva trovato oltre la contravvenzione della locale sotto il parabrezza, anche un’altra brutta sorpresa: la sua auto, una Jeep Renegade, era completamente rovinata da incisioni effettuate con un oggetto appuntito.

La ragazza ha pertanto presentato immediatamente denuncia proprio al comando di via Baliatico.

I graffi sulla macchina della ragazza

Le indagini si sono naturalmente concentrate subito sul proprietario dell’abitazione che aveva richiesto l’intervento della pattuglia per la sosta irregolare che ha però negato ogni addebito, per sua sfortuna però, i vigili faentini, non hanno mollato l’osso e sono riusciti ad identificare due ragazzi che erano stati testimoni del fatto, ed hanno fornito un dettagliato resoconto dell’accaduto, riconoscendo l’autore delle incisioni.

L’uomo è stato così denunciato a piede libero ai sensi dell’art 635 del codice penale aggravato dal fatto di averlo compiuto su un veicolo parcheggiato sulla pubblica via.