Prodotti sanitari, bigiotteria, accessori e giocattoli per un valore di circa 70mila euro ritirati dal mercato

Nei giorni scorsi le Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna hanno svolto un mirato controllo in materia di sicurezza dei prodotti, sequestrando quasi 13mila articoli privi degli standard minimi previsti dalla normativa a tutela dei consumatori. In particolare, i Finanzieri della Compagnia di Faenza hanno sottoposto a controllo un’attività commerciale gestita da un imprenditore di origine cinese, individuando tra gli scaffali 12.905 articoli, tra cui prodotti sanitari e per l’estetica, bigiotteria, accessori di abbigliamento, attrezzature sportive e giocattoli per un valore commerciale di circa 70mila euro, non conformi alle norme del Codice del Consumo in materia di sicurezza e, dunque, potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori.

I prodotti sono stati sequestrati e ritirati dal mercato ed il responsabile dell’attività commerciale è stato segnalato alla Camera di Commercio per la definizione della sanzione amministrativa, che potrebbe superare i 35mila euro. L’operazione di servizio conferma l’efficacia del presidio economico-finanziario esercitato quotidianamente dalla Guardia di Finanza a contrasto degli illeciti economico-finanziari, compresi quelli connessi al commercio di prodotti non sicuri o contraffatti, con il duplice obiettivo di salvaguardare l’economia legale e di tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini.