Nell’abitazione del ragazzo bombolette spray, disegni e pennarelli

La Polizia Locale di Ravenna – Ufficio Polizia Giudiziaria – ha proceduto nella mattinata di giovedì, all’alba, su delega della Procura dei minori di Bologna, alla perquisizione domiciliare, presso l’abitazione di un giovane, gravemente indiziato di essere l’autore di oltre 200 imbrattamenti, in varie zone della città.

Le indagini hanno consentito di recuperare all’interno dell’immobile numeroso materiale riconducibile agli imbrattamenti (bombolette spray, disegni, pennarelli, etc), posto sotto sequestro. È questo solo l’ultimo degli interventi per imbrattamento che hanno impegnato la Polizia Locale negli ultimi mesi.

Nel gennaio scorso due 19enni sono stati indagati  per aver tappezzato di scritte le vie di Ravenna e anche i muri del Tribunale. Risalgono invece a marzo le denunce scattate a carico di due minorenni accusati di aver imbrattato alcuni giochi installati presso il giardinetto pubblico di via Sant’Agata, per l’individuazione dei quali, fondamentali furono le immagini degli impianti di videosorveglianza presenti in loco.