“Un due tre… Arte! – Cultura e intrattenimento” è il tema di quest’anno

Nelle giornate di sabato 21 e domenica 22 settembre 2019, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2019 dal tema “Un due tre… Arte! – Cultura e intrattenimento”, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Ravenna, Forlì-Cesena e Rimini propone sul territorio di competenza alcuni interessanti e inconsueti appuntamenti, aperture straordinarie e percorsi con visita guidata, che si svolgeranno tra Ravenna, Faenza, Bellaria Igea Marina, Gatteo, Savignano sul Rubicone e Cesena.

Gli eventi nel ravennate

SABATO 21 SETTEMBRE
  • Ore 15.00-19.00 Sala Annoni, Soprintendenza ABAP Ravenna, Ravenna, Complesso Benedettino di San Vitale, via San Vitale, 17:
    “Disegnatori ‘straordinari’ e ‘scrupolosissimi’ al servizio della più antica Soprintendenza d’Italia”, a cura di Luisa Tori, Francesca Meneghetti, Davide Indelicato, SABAP RA
    Viaggio di un’ora alla scoperta di una selezione di elaborati grafici custoditi presso l’Archivio Disegni della Soprintendenza di Ravenna
  • Ore 18.00-21.00 Palazzo Mazzolani, Faenza, corso G. Mazzini, 93
    “Una sera a Palazzo Mazzolani”, a cura di Massimo Sericola, SABAP RA
    Apertura straordinaria serale dello storico Palazzo Mazzolani, in occasione della quale sarà possibile ammirare alcune delle principali opere musive provenienti da scavi faentini, nonché alcune sale del palazzo che costituiscono il deposito archeologico. In collaborazione con Provincia di Ravenna, Comune di Faenza, Unione della Romagna Faentina, ISIA-Faenza, ASP Romagna Faentina. La visita guidata è adatta a tutti
DOMENICA 22 SETTEMBRE
  • Ore 16.45 (con partenza ore 17.00) Ritrovo dei partecipanti in via della Sacca presso l’accesso al sentiero segnalato che attraversa la pineta di Classe
    “Riserva naturale integrale duna costiera ravennate e foce bevano”, a cura di Valeria Bucchignani, SABAP RA
    Visita guidata alla duna rinaturalizzata e all’ultimo estuario naturale dell’Alto Adriatico. In collaborazione con i Carabinieri per la biodiversità di Punta Marina. È richiesto abbigliamento escursionistico.