L’uomo dovrà astenersi anche da qualsiasi comunicazione

La Polizia di Stato, nel pomeriggio dell’11 ottobre, ha dato esecuzione all’ordinanza applicativa di misure cautelari, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Vasto (CH), nei confronti di un 50enne torinese domiciliato a Ravenna, per il reato di atti persecutori. Come spiega la Questura in una nota, l’uomo nello scorso mese di settembre è stato denunciato dalla ex moglie vittima della sua condotta vessatoria. Il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Vasto, all’esito delle indagini svolte dagli investigatori del locale Commissariato di P.S. per chiarire la vicenda, ha accolto la richiesta della Procura della Repubblica che ha coordinato le indagini, emettendo nei confronti dell’uomo la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla ex moglie. Contestualmente dovrà astenersi da qualsiasi forma di comunicazione (telefonica, informatica, etc.) e mantenere una distanza di almeno 1000 metri dalla donna. Il provvedimento è stato eseguito ieri dagli agenti della Sezione reati contro la persona della Squadra Mobile di Ravenna.