La nave Laura Bassi

La prima rompighiaccio italiana partita da Ravenna

La prima rompighiaccio italiana, la nave Laura Bassi, in dotazione all’Istituto Nazionale di Oceanografia e Geofisica Sperimentale (OGS), partita dal terminal Sapir per la missione in Antartide analizzerà la perdita di massa dei ghiacci e gli effetti dell’influenza umana, dati essenziali per studiare antidoti.

La nave è lunga 80 metri e ha una stazza di 4000 tonnellate, è dotata di due gru e di un ponte di volo per elicotteri. Può accogliere complessivamente 72 persone (22 di equipaggio e 50 di personale scientifico) mentre, per quanto riguarda le attività scientifiche, dispone di due laboratori di 45 m2 ciascuno, uno asciutto e uno umido.

Laura Bassi, fu la prima donna al mondo a ottenere una cattedra universitaria e la seconda donna laureata d’Italia dopo la veneziana Elena Lucrezia Cornaro.