Assieme ad altri 3 si era allontanato lasciando un conto di quasi 100 euro

La Polizia di Stato ha indagato in stato di libertà un 26enne cittadino albanese per i reati di insolvenza fraudolenta e per non aver esibito il passaporto o altro documento di identificazione e il permesso di soggiorno.

Qualche sera fa è pervenuta una richiesta di aiuto sul numero di emergenza della Questura di Ravenna. Nella circostanza il richiedente, titolare di un ristorante della zona stazione, ha comunicato alla Polizia che stava inseguendo a piedi un uomo, il quale si era allontanato dal locale senza aver pagato il conto.

Pochi istanti dopo, in largo Romolo Augustolo, una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico ha raggiunto e bloccato il fuggitivo. L’uomo, privo di documenti, è stato accompagnato in Questura per addivenire alla sua compiuta identificazione.

Cittadino albanese di 26 anni, il ragazzo è risultato in regola con le norme sul soggiorno e gravato da numerosi precedenti per reati inerenti al patrimonio e gli stupefacenti. Secondo quanto dichiarato ai poliziotti dall’esercente, poco prima quattro uomini si erano presentati presso il proprio ristorante, e dopo aver consumato la cena per un importo di 98,5 euro si erano allontanati senza pagare il dovuto.