Come funziona

Da rifiuti a sconti: ecco come

Lunedi’ 4 novembre 2019 alle ore 11:00 inaugurano a Ravenna due nuovi punti di raccolta plastica PET Greenmoney presso Superstore Conad Galilei di via Newton e Conad La Fontana di Vicolo Tacchini.

Green Money, il circuito di marketing non convenzionale legato alla raccolta differenziata, inaugura due nuovi punti di raccolta nel comune di Ravenna.

A fronte del programma di sviluppo innescato con il gruppo Conad, questa stimolante iniziativa di riciclo arriva anche nel comune di Ravenna, dopo che già in altri territori è stata avviata con notevole successo.

I punti di raccolta plastica PET Green Money, ubicati all’ingresso dei due punti vendita Conad di Via Newton e Vicolo Tacchini , permetteranno agli utenti di trasformare il proprio rifiuto PET in risparmio da poter spendere nel circuito Green Money, del quale faranno parte, oltre al Conad di Via Canale, vari esercizi commerciali, ristoranti, eccellenze artigianali ed enogastronomiche del territorio.

Ottenere il risparmio è molto semplice: conferendo 3 rifiuti plastici PET (bottiglie di plastica, flaconi alimentari, vaschette affettati, ecc…) nel punto di raccolta Green Money, si ottiene un ticket del valore di 1,00€ spendibile presso tutto il circuito Green Money, oltre che nei supermercati Conad aderenti e tutte le altre attività presenti sul portale www.Greenmoney.it secondo proporzione di risparmio (ad esempio 1,00€ di risparmio ogni 25,00 di spesa). Questo permetterà alle attività aderenti, di sperimentare un nuovissimo ed innovativo strumento con il quale ricevere clienti che conferiranno i propri rifiuti sia a Ravenna che presso tutti gli altri punti di raccolta attivi sul territorio.

Green Money

Green Money conta attualmente 10 postazioni attive, dalle Marche sino a Faenza, che in un solo anno raccolgono più di 2.700.000 pezzi, per un totale di circa 7 tonnellate di PET destinate a recupero, ridistribuendo agli utenti qualcosa come 900.000 € di risparmio spendibili all’interno del circuito.

Il progetto Green Money, ideato e sviluppato dalla società Riminese Fare srl, è una piattaforma di marketing non convenzionale che rende possibile la sostenibilità economica dei sistemi, permettendo non solo di trasformare i rifiuti da costo per la collettività a risorsa per i cittadini, ma anche innescando direttamente lo sviluppo commerciale e la valorizzazione del territorio attraverso l’educazione civica, la cultura e la sensibilità sociale. Il materiale raccolto viene destinato a recupero, e quindi riciclato correttamente, in collaborazione con il gruppo Hera Spa, assieme alla quale già dal 2012 Green Money ha un contratto di collaborazione in merito alla gestione del materiale raccolto. Il progetto è stato seguito sin dall’inizio da tante amministrazioni pubbliche, compresa quella di Ravenna che ha patrocinato l’iniziativa tramite l’Assessore all’Ambiente Gianandrea Baroncini.

Fare Srl

La società Fare Srl nasce il 21 dicembre 2012, data in cui secondo alcune profezie si sarebbe dovuto assistere a catastrofi apocalittiche, giorno in cui i soci provenienti dalla provincia di Rimini si riunivano di fronte ad un notaio per dare inizio a questa stimolante avventura. A seguito di un approfondito studio della tematica ambientale coniugata all’esigenza di nuovi strumenti comunicativi, l’attenzione è caduta sul problema della riduzione e riutilizzo dei rifiuti. I sistemi di raccolta differenziata incentivante sono stati la svolta per iniziare una prima sperimentazione nel comune di Riccione, che dà subito a suscitato enorme interesse da parte degli utenti, delle istituzioni e delle multiutility che si occupano della raccolta e trattamento rifiuti. Fin da subito Green Money è stato visto come una chiave nuova per stimolare la raccolta differenziata dando immediatamente agli utenti la soddisfazione di ottenere un vantaggio economico immediato grazie alle loro buone azioni. A partire dal 2013, è stato avviato l’iter burocratico per regolamentare la gestione del rifiuto raccolto e successiva valorizzazione rispettando le normative vigenti, che ad oggi vede contrattualizzate svariate società di medie e grandi dimensioni, in primis il Gruppo Hera Spa, attive sul territorio nazionale da nord a sud. Durante gli anni sono state messe a punto le postazioni di raccolta, implementando nuovi aspetti tecnologici come il canale video installato all’interno dei raccoglitori, oltre alle varie formule di comunicazione “fisica” che i punti di raccolta offrono. Oggi Green Money è diventato un nuovo strumento di comunicazione, che coniuga operazioni di quotidiana routine come la raccolta differenziata con strumenti tecnologici come la rete web e i social network. In costante evoluzione ed espansione viene ogni giorno utilizzato da persone di ogni età per valorizzare immediatamente un rifiuto e trasformarlo in risparmio.