Un quarto periodo da 26-9 condanna i giallorossi

Prestazione opaca per l’OraSì Ravenna nell’anticipo al PalaLido di Milano in diretta su tv su Sportitalia. I giallorossi, in serata non felice al tiro, vengono sconfitti dall’Urania degli ex Montano e Sabatini per 78-62, incassando un pessimo parziale di 26-9 nel quarto quarto.

La squadra di coach Cancellieri resta in partita per 35 minuti, iniziando anche l’ultimo quarto avanti, ma paga le troppe palle perse (22) e una minor solidità in difesa rispetto alle ultime uscite.

La partita 

Coach Cancellieri parte con Potts, Jurkatamm, Thomas, Chiumenti e Marino. L’inizio è favorevole a Milano, che va avanti 14-6 con 9 punti dell’ex Montano. L’OraSì recupera con Thomas (7 punti ma già due falli a carico) e Marino (9) poi una bomba di Sabatini e una di Sergio fissano il 22-21 di fine primo quarto.

Ravenna trova il primo vantaggio con un Treier (22-23), l’Urania torna a +5 poi due giocate di Potts e Sergio dall’arco valgono il 29-32 OraSì. La gara vive una fase non brillantissima, i padroni di casa con le triple di Benevelli e Raivio chiudono il parziale di 11-2, si va all’intervallo sul 40-34.

L’OraSì torna in campo con Thomas, Chiumenti, Marino, Venuto, Sergio. I giallorossi (stasera in bianco) arrivano presto al bonus di falli ma restano a contatto con Marino e Potts (52-50) e con una tripla di Venuto mettono la freccia sul finire del terzo quarto (52-53).

OraSì in campo senza americani e inizio di ultimo quarto favorevole all’Urania (59-53). Rientrano i due USA, i due allenatori ricevono un tecnico in contemporanea, l’OraSì perde brillantezza e concede troppo a Milano, che punisce dall’arco (67-57 a 4’40’’ dalla fine). Coach Cancellieri striglia i suoi ma non basta, l’Urania vince 78-62.

La sala stampa

Coach Cancellieri: “Nonostante una buona prova difensiva, che ci ha permesso di mettere il naso avanti alla fine del terzo quarto, abbiamo pagato la mancanza di solidità in alcuni momenti, una cosa che ancora ci manca e su cui dobbiamo lavorare nel nostro processo di crescita. In casa spesso siamo riusciti a recuperare da situazioni complicate, in trasferta questo non sempre accade. Se da un lato la cosa non mi preoccupa, dall’altro mi fa molto arrabbiare, perché iniziare l’ultimo quarto avanti a Milano e poi concedere così tanto difendendo poco, mi secca parecchio. Da allenatore devo però valutare quello che stiamo facendo al 15 novembre e non valutare partita per partita, certo è che questa è la parte del nostro percorso in cui stiamo avendo più difficoltà. Oggi l’attitudine alla scelta dei tiri è stata meno brillante delle ultime gare e abbiamo concesso a loro la possibilità, soprattutto alla fine, di prendere tiri aperti”

Il tabellino 

Urania Milano – OraSì Ravenna 78-62 (22-21, 40-34, 52-53)

Milano: Piunti 4, Pagani 2, Negri 6, Benevelli 8, Lazzari NE, Montano 17, Giardini NE, Piatti NE, Lynch 7, Raivio 21, Bianchi 1, Sabatini 12. All.: Villa
Ravenna: Farina NE, Potts 21, Jurkatamm, Thomas 14, Chiumenti, Marino 14, Zanetti NE, Treier 4, Venuto 3, Seck, Sergio 6, Bravi NE. All.: Cancellieri. Assitenti: Bulleri, Taccetti
Arbitri: Pierantozzi, Bartolomeo, Morassuti
Parziali:
Milano: da due 14/22, da tre 12/33, rimbalzi 34
Ravenna: da due 17/34, da tre 6/23, rimbalzi 30