Orari dei seggi, dove e come votare

Elezioni regionali del 26/01/2020

Il 26 gennaio si vota per l’elezione del presidente della Regione Emilia-Romagna e per il rinnovo del consiglio regionale. I seggi resteranno aperti dalle 7 alle 23. Lo spoglio delle schede avrà inizio subito dopo la chiusura delle operazioni di voto.

Chi vota

Hanno diritto di voto i cittadini italiani iscritti nelle liste elettorali del Comune di Ravenna che avranno compiuto 18 anni entro il 26 gennaio 2020 (nati a tutto il 26 gennaio 2002). Al 45° giorno antecedente la data di votazione gli elettori risultavano 124.647 (60.108 maschi e 64.539 femmine). Gli elettori che risiedono in uno stato estero possono votare facendo rientro in Italia per esprimere il voto nelle sezioni di iscrizione del proprio Comune della Regione Emilia-Romagna.

Dove si vota

Il voto si esercita presentandosi di persona presso la sezione elettorale indicata sulla tessera elettorale (elenco sezioni elettorali allegato). Si consiglia di verificare che l’indirizzo riportato sulla tessera coincida con quello di effettiva residenza. In caso contrario contattare l’Ufficio Elettorale (0544 482283).

Come si vota

Ci sarà un’unica scheda sulla quale esprimere sia il voto per uno dei candidati Presidente, sia il voto per le liste concorrenti.

Il voto può essere espresso nei seguenti modi:

  • tracciando solo un segno sul contrassegno di lista preferito: il voto si intende attribuito alla lista e al candidato presidente collegato
  • tracciando solo un segno sul candidato presidente, non scegliendo alcuna lista collegata: il voto è attribuito solo al candidato presidente
  • tracciando un segno sul candidato presidente e un segno sul contrassegno di una lista a lui collegata: il voto si intende attribuito al candidato presidente a alla lista collegata;
  • tracciando un segno sul candidato presidente e un segno sul contrassegno di una delle liste ad esso non collegata (voto disgiunto): il voto è attribuito al candidato presidente e alla lista votata.

Tessera elettorale

Per essere ammessi al voto gli elettori dovranno esibire la tessera elettorale unitamente alla carta di identità o altro documento di identificazione munito di fotografia.

In caso di esaurimento dei diciotto spazi destinati all’ attestazione dell’avvenuta votazione, deterioramento, smarrimento o furto della tessera il cittadino deve richiedere un duplicato all’ufficio elettorale o presso uno degli uffici decentrati delle ex circoscrizioni. Il rilascio del duplicato della tessera avviene immediatamente.

Gi sportelli appositamente istituiti presso lo Sportello unico polifunzionale (ex Anagrafe) di viale Berlinguer 68, rimarranno aperti con le seguenti modalità:

  • sabato 18 gennaio ore 8.30 – 12.30
  • lunedì 20 e mercoledì 22 gennaio ore 8 – 13
  • martedì 21 e giovedì 23 gennaio ore 8 – 13 e il pomeriggio 14.30 -17.30
  • venerdì 24 gennaio ore 8 – 18 (orario continuato)
  • sabato 25 gennaio ore 8.30 – 18 (orario continuato)
  • domenica 26 gennaio ore 7 – 23 (orario continuato per tutta la durata delle votazioni).

Servizi di trasporto pubblico per elettori con difficoltà di deambulazione

Sarà istituito un apposito servizio di trasporto pubblico per gli elettori disabili, operativo domenica 26 gennaio dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19 (per info e prenotazioni telefonare direttamente all’ufficio elettorale, 0544.482561).

Trasporto in ambulanza

Nei casi più gravi di impedimento fisico al voto è possibile prenotare un trasporto gratuito in ambulanza curato dalla Pubblica Assistenza. Il servizio si svolge su richiesta nella giornata di domenica 26 gennaio, con prenotazione obbligatoria entro le 18 di venerdì 24 gennaio: tel. 0544.505050.

Al fine di agevolare il raggiungimento del seggio da parte degli elettori con difficoltà motorie si comunica che all’ufficio elettorale (tel. 0544.482283) è disponibile una sedia a ruote che, su richiesta degli interessati, potrà essere recapitata presso qualsiasi sede del seggio.

Certificazione medica per gli elettori non deambulanti o affetti da infermità fisica

Le certificazioni mediche per gli elettori fisicamente impediti ad esprimere il voto e per gli elettori non deambulanti saranno rilasciate dai medici dell’Ausl. Si ricorda che l’impedimento ad un’autonoma e valida espressione del voto deve essere di natura fisica e tale da non consentire l’atto materiale di apposizione del voto sulla scheda elettorale. All’atto della visita l’elettore fisicamente impedito o non deambulante dovrà esibire la tessera elettorale ed un documento di riconoscimento valido.

Il rilascio delle certificazioni avverrà nelle seguenti sedi e con questi orari:

  • giovedì 23, venerdì 24, sabato 25 gennaio dalle 10 alle 12 al servizio Igiene e Sanità Pubblica (sede Cmp secondo piano), via Fiume Abbandonato 134, tel. 0544.286678
  • domenica 26 gennaio dalle 10 alle 12 nella sede del 118 in viale Randi 11
  • dalle 12 alle 22 di domenica 26 gennaio il personale medico sarà reperibile per i casi di urgenza attraverso il centralino dell’ospedale, tel. 0544.286125/286126. Le visite saranno effettuate esclusivamente nella sede del 118, viale Randi 11.

Il rilascio delle certificazioni sarà effettuato anche nelle sedi decentrate delle ex Circoscrizioni del Comune di Ravenna nella giornata di sabato 25 gennaio:

  • Castiglione di Ravenna dalle 9 alle 10
  • Marina di Ravenna dalle 10.45 alle 11.45
  • Mezzano dalle 10.30 alle 11.30
  • Piangipane dalle 10.30 alle 11.30
  • Roncalceci dalle 10.30 alle 11.30
  • San Pietro in Vincoli dalle 9 alle 10
  • Sant’Alberto dalle ore 9 alle ore 10

Voto accompagnato

Gli elettori portatori di disabilità, fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto, possono votare con l’assistenza di un accompagnatore, purché iscritto nelle liste elettorali di un qualsiasi comune della Repubblica e munito della propria tessera elettorale e di un documento di riconoscimento. Nessuno può esercitare la funzione di accompagnatore per più di un elettore fisicamente impedito.

Sono da considerarsi elettori fisicamente impediti nell’espressione autonoma del voto: i ciechi civili; gli amputati delle mani; gli affetti da paralisi o da altri impedimenti di analoga gravità.

Se l’impedimento è a carattere permanente, la legge 5 febbraio 2003 n.17 prevede, su richiesta dell’interessato corredata della relativa documentazione, l’apposizione di uno specifico simbolo (Avd) sulla propria tessera elettorale. In tal caso l’elettore sarà sempre ammesso al voto con l’aiuto di un accompagnatore senza avere più l’obbligo di munirsi dell’apposita certificazione medica. Quando non vi sia l’apposizione del predetto simbolo, oppure l’impedimento non sia evidente, esso potrà essere dimostrato con un certificato medico rilasciato dal funzionario medico designato dall’Ausl (vedi paragrafo Certificazione medica).

Norme per favorire la votazione degli elettori non deambulanti

Tutte le sezioni elettorali del Comune di Ravenna sono accessibili da parte degli elettori non deambulanti. Nell’eventualità che la sede della sezione elettorale nella quale sono iscritti gli elettori non deambulanti sia momentaneamente inaccessibile mediante sedia a ruote, gli elettori possono esercitare il diritto di voto in un’altra sezione che si trovi in una sede esente da barriere architettoniche (elenco seggi facilitati allegato). L’elettore dovrà esibire una attestazione medica rilasciata dall’autorità sanitaria locale (anche in precedenza per altri scopi) o copia autentica della patente speciale di guida in modo che, dalla documentazione esibita, risulti l’impossibilità o la capacità di deambulazione gravemente ridotta.