Dopo l’evento di presentazione pubblica tenutosi lo scorso novembre, Ravenna Partecipa, il percorso partecipativo per la costituzione di una nuova Rete interculturale sui temi dell’immigrazione, promosso dal Comune di Ravenna, entra nel vivo e arriva direttamente sui territori, con quattro incontri partecipativi.

Il primo in calendario si rivolge agli abitanti di Mezzano, Piangipane e Sant’Alberto, che sono invitati domani, giovedì 6 febbraio, alle 20 a Mezzano, nella sala Fonsetti di piazza della Repubblica 7. Il laboratorio sarà preceduto dall’esibizione di un insolito ma entusiasmante duo musicale, esempio di unione di culture attraverso l’espressione artistica: David Antonio Parici, talentuoso violinista di appena 10 anni, e Johnson Odiase alla chitarra e voce.

Gli incontri successivi si svolgeranno il 12 febbraio alle 10 nella sede del consiglio territoriale di Castiglione (per l’area Ravenna sud); il 19 febbraio alle 20 al Cisim di Lido Adriano (per l’area lidi) e il 27 febbraio alle 20 alla sala Gramsci (per l’area centro).

Gli incontri, a cui possono partecipare tutti i cittadini e le cittadine, hanno lo scopo di raccogliere contributi, idee e buone pratiche per migliorare la qualità della convivenza, dell’integrazione e della partecipazione civica delle persone. Al termine del percorso partecipativo sarà redatto il Regolamento della Rete interculturale sui temi dell’immigrazione (Riti).

Il percorso Ravenna Partecipa è un progetto co-finanziato dall’assessorato all’Immigrazione e alla Partecipazione e dalla legge regionale 15/2018. Attraverso l’incontro, la conoscenza reciproca, lo scambio e il dialogo tra cittadini e cittadine di diversa provenienza sarà ideata e creata la Rete interculturale sui temi dell’immigrazione – Riti, nuovo strumento con cui i ravennati (di nascita o acquisiti che siano) potranno confrontarsi direttamente con l’Amministrazione comunale e agire in prima linea attraverso una modalità condivisa e inclusiva.

Info più dettagliate sul calendario degli eventi e su tutto il progetto sul sito www.comune.ra.it oppure all’indirizzo e-mail  [email protected]