In scena per celebrare i 250 anni della morte di Giuseppe Tartini con l’Accademia dell’Annunciata diretta da Riccardo Doni

Sarà al Teatro Alighieri oggi, mercoledì 19 febbraio, alle ore 21, Mario Brunello, considerato fra i migliori violoncellisti al mondo, insieme all’Accademia dell’Annunciata diretta da Riccardo Doni, per celebrare i 250 anni della morte di Giuseppe Tartini.

La serata, che rientra nella stagione “Ravenna Musica” dell’Associazione Mariani, offre un’occasione preziosa per restituire la poliedrica personalità musicale e culturale di Tartini. Uomo affascinante ed eclettico, interessato alla scienza e alla tecnologia, non solo divenne il più famoso violinista d’Europa del suo tempo ma è tuttora considerato fra i maggiori compositori e teorici della musica italiani.

Mario Brunello, protagonista della scena internazionale dopo la vittoria nel 1986 del Premio Cajkovskij di Mosca, primo e unico italiano a vincere il prestigioso concorso, renderà omaggio a Giuseppe Tartini esibendosi con il violoncello piccolo, strumento identico al violoncello ma di ridotte dimensioni, molto in voga tra la fine del ‘600 e la prima metà del ‘700.  

Affiancherà il celebre solista l’Accademia dell’Annunciata, orchestra nata nel 2009 grazie al progetto mirato alla formazione di un ensemble giovanile dedito alla prassi esecutiva barocca e classica, guidata dal suo direttore musicale, Riccardo Doni, storico collaboratore dell’ensemble “Il Giardino Armonico”, che parteciperà anche in veste di cembalista.

Il concerto, dal titolo “Tartini e dintorni nel 250° anniversario della morte di Giuseppe Tartini”, offre l’opportunità di riscoprire il mondo musicale che gravitava intorno a Giuseppe Tartini. Accanto ai Concerti in re maggiore per violoncello piccolo, archi e basso continuo e al Concerto a quattro in do maggiore per archi e b.c. di Tartini, saranno eseguiti il Concerto in re maggiore per violoncello piccolo, archi e b.c. di Antonio Vandini e Sinfonia in re maggiore RV 125 per archi e b.c. di Antonio Vivaldi. Arricchiscono il programma la Pastorale P86, trascrizione di Ottorino Respighi di una Pastorale scritta da Tartini, e il brano”L’antro dell’orco” per violoncello piccolo, archi e cembalo del compositore vivente Vanni Moretto, scherzo musicale liberamente tratto dalla celebre opera di Tartini “L’arte dell’arco”. 

Biglietti da € 5,00 a € 30,00 in vendita on-line dal sito www.teatroalighieri.org, c/o Biglietteria del Teatro Alighieri, La Cassa di Ravenna, IAT di Ravenna e Cervia.

“Ravenna Musica 2020” è promossa in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Ravenna, Regione Emilia-Romagna, Mibact e col sostegno delle Fondazioni Cassa di Risparmio di Ravenna e del Monte di Bologna e Ravenna, Info 0544 39837 www.angelomariani.org