Ravenna battuta nel finale in volata

Si ferma a 12 la striscia di vittorie casalinghe dell’OraSì Ravenna, che cade per la prima volta in stagione al Pala De Andrè cedendo per 68-71 contro Mantova. Come nel match di andata le due squadre battagliano punto a punto (nessuna squadra guadagna mai un vantaggio di più di 4 punti) in una sfida dall’altissimo livello fisico, ma nel finale in volata gli ospiti sono più lucidi e strappano i 2 punti.

Rispetto a tante altre occasioni i giallorossi non eseguono al meglio nel quarto periodo, passandosi troppo poco la palla contro l’ottima difesa avversaria. Tra i padroni di casa pesante l’assenza di Treier, impegnato con la propria nazionale, che costringe Coach Cancellieri ad allargare il minutaggio di Thomas, Chiumenti e del neo arrivato Spizzichini.

La partita

Dopo il commosso minuto di silenzio per ricordare l’ex sindaco e amico Fabrizio Matteucci, l’OraSì scende in campo con Potts, Jurkatamm, Thomas, Chiumenti, Marino; Mantova con Raspino, Ferrara, Clarke, Ghersetti, Lawson. I primi punti sono di Clarke e ospiti avanti 2-10 dopo 4 minuti per il primo time out coach Cancellieri. Al rientro in campo Thomas con sette punti riporta sotto l’OraSì (9-12), poi nuovo allungo mantovano (10-17), Jurkatamm commette il suo terzo fallo, la partita è vibrante e il primo quarto va in archivio sul 14-20. L’intensità non diminuisce, le triple di Potts e Sergio e il sottomano di Chiumenti riavvicinano Ravenna (23-25). Altro mini parziale degli ospiti (25-32) poi ancora Chiumenti e Sergio dall’arco per il 30-32. Si va all’intervallo sul 32-34.

Thomas pareggia, Potts dà il primo vantaggio OraSì con una tripla (37-34), pareggiato da Clarke, poi Chiumenti in schiacciata (39-37). Squadre incollate, la gara vive di sorpassi e controsorpassi, Venuto mette i suoi primi dal campo per il 46-44, poi Visconti e Ghersetti per il nuovo vantaggio ospite (46-50). Jurktamm dalla lunetta tiene lì Ravenna e dopo 30 minuti il tabellone segna 55-55. Una stoppata di Sergio apre l’ultimo quarto, che vive sempre sul filo dell’equilibrio. Difese in evidenza, ogni possesso conta, Mantova mantiene sempre un minimo margine e a meno di due minuti dalla fine Ghersetti infila la tripla del 64-68. Marino a 30 secondi dalla fine mette il -1 della speranza ma è Ferrara a 12’’ dalla fine a chiudere i giochi con la bomba del 67-71, prima che il libero di Marino corregga il finale in 68-71.

La sala stampa

Coach Massimo Cancellieri: “Oggi più della sconfitta mi fa arrabbiare il fatto che non ci siamo passati la palla. Loro si sono passati la palla, noi ci siamo schiantati. La chiave è stata la nostra incapacità di fronte alla una difesa molto dura dei nostri avversari. Non possiamo regalare un quarto perché a questi livelli diventa più difficile recuperare e dobbiamo essere più pronti se vogliamo giocare partite come questa, che sono partite da playoff”.

Il tabellino

OraSì Ravenna - Pompea Mantova 68-71 (14-20, 32-34, 55-55)

Ravenna: Farina NE, Potts 14, Jurkatamm 5, Thomas 15, Chiumenti 11, Marino 11, Zanetti NE, Venuto 6, Sergio 6, Bravi NE, Spizzichini. All.: Cancellieri. Assistenti: Bulleri, Taccetti.

Mantova: Sarto, Colussa NE, Poggi 3, Infante 2, Raspino, Visconti 13, Ferrara 5, Ghersetti 15, Maspero3 , Epifani NE, Clarke 26, Lawson 4. All.: Finelli. Assistenti: Cassinerio, Purrone.

Arbitri: Gonella, Martellosio, Patti.

Note: Ravenna: 13/32 da due, 6/22 da tre, 40 rimbalzi. Mantova: 11/20 da due, 11/28 da tre, 28 rimbalzi.