L’accesso agli sportelli è consentito solo previo appuntamento e per questioni di prima necessità.

Per contrastare la diffusione del Covid-19 Coronavirus, gli uffici dell’Unione e quelli dei nove Comuni della Bassa Romagna chiuderanno al pubblico negli orari pomeridiani.

I cittadini che devono accedere ai servizi comunali sono invitati in primo luogo a chiamare il centralino del proprio Comune di residenza, per essere indirizzati all’ufficio di competenza. L’accesso agli sportelli è consentito solo previo appuntamento e per questioni di prima necessità.

Questi i contatti telefonici a cui rivolgersi:

0544 866611 (Alfonsine)

0545 280888 (Bagnacavallo)

0545 905516 (Bagnara di Romagna)

0545 986970 (Conselice)

0545 908871 (Cotignola)

0545 955611 (Fusignano)

0545 38444 (Lugo)

0545 985890 (Massa Lombarda)

0545 919907 (Sant’Agata sul Santerno)

È inoltre possibile contattare gli sportelli anche attraverso gli indirizzi di posta elettronica dedicati: le risposte sono tempestive e in molti casi è possibile risolvere le proprie necessità senza spostarsi.

Per quanto riguarda i servizi al cittadino dell’Unione (Sportello unico dell’edilizia, Sportello unico delle attività produttive, Servizi educativi e Servizi sociali), l’accesso agli sportelli è sospeso, salvo casi di estrema necessità da concordare in ogni caso contattando gli uffici telefonicamente (negli orari di apertura), per ricevere le consulenze e/o i chiarimenti del caso. Tutti i riferimenti sono disponibili sul sito dell’Unione www.labassaromagna.it. Sono invece sospesi anche su appuntamento gli open day degli asili nido.

In merito ai servizi erogati dalla Polizia locale, l’utenza è invitata a presentarsi presso gli sportelli di ricezione al pubblico solo per comprovate esigenze indifferibili, privilegiando l’invio di email al relativo ufficio/presidio. L’elenco dei contatti è disponibile sul sito www.pm.labassaromagna.it, alla sezione “Contatti e orari di apertura”.

Queste misure resteranno in vigore per tutta la durata dell’emergenza, per ottemperare a quanto stabilito dalle disposizione del Dpcm del 9 marzo 2020.

In questa fase emergenziale, i cittadini sono inoltre invitati a prediligere il sito internet del proprio Comune e le pagine Facebook istituzionali come prima fonte di informazione.

“Invitiamo i cittadini a fare appello in questo momento di difficoltà al proprio senso di responsabilità civica – ha dichiarato Eleonora Proni, presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna -, tenendo presente che il rispetto delle indicazioni di comportamento previste dalle istituzioni può fare la differenza nel superamento dell’emergenza”.