Speciale della trasmissione di Livio Leonardi in occasione dal “Dantedì”, la giornata dedicata al Sommo Poeta

Ravenna protagonista ancora in tv. Nella puntata di “Paese che Vai”, la trasmissione di Livio Leonardi, in programma domani, domenica 22 marzo, alle 9.30, su Rai 1, la città bizantina chiuderà il viaggio “sulle tracce di Dante”. In occasione dal “Dantedì”, la giornata dedicata al Sommo Poeta, recentemente istituita dal MIBACT il giorno 25 marzo – data che gli studiosi indicano come possibile inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia – Livio Leonardi condurrà il suo pubblico nelle città che hanno accolto Dante prima come ambasciatore di Firenze e successivamente come esule, in seguito all’ingiusta condanna subita nella sua natale.

Con il consueto racconto appassionante e la capacità di far rivivere il passato nel piccolo schermo, Livio Leonardi – insignito proprio per questo motivo di importanti riconoscimenti quali la medaglia d’oro della Società Dante Alighieri per la diffusione della lingua e della cultura italiana nel mondo e il Premio Internazionale Visioni per la TV della Fondazione Civita di Bagnoregio – inizierà la puntata dalla città di Verona, più precisamente dall’Arena, luogo simbolo della città veneta. A Verona Dante trascorse parte del suo esilio: sette anni nei quali il sommo poeta fu ospite della signoria scaligera e il particolar modo di Cangrande della Scala, il celebre condottiero che Dante definì: “Colui che’mpresso fue, nascendo, si da questa stella forte, che notabil fier l’opre sue”.

Ideatore e conduttore dello storico programma che gode del Patrocinio del MIBACT, Livio Leonardi si sposterà a San Gimignano, la famosa città toscana “delle belle torri”, o se vogliamo la “Manhattan del medioevo”, che accolse un Dante ancora ambasciatore della sua Firenze; in Lunigiana presso il castello di Fosdinovo dove Dante esule, sostenuto dai Malaspina, riprenderà la scrittura della sua Commedia; a Gradara, il cui celebre castello ha visto consumarsi una delle storie d’amore più tragiche: quella tra Paolo e Francesca, gli amanti sventurati, immortalati da Dante nel V canto dell’Inferno.

Il viaggio sulle tracce del Divin Poeta si concluderà – e non poteva essere altrimenti – a Ravenna, la città che accolse l’artista gli ultimi anni della sua vita e che oggi ospita le sue spoglie immortali. A Ravenna Dante si spense nel settembre del 1321.