La dichiarazione di Eugenio Fusignani, Segretario Provinciale PRI – Ravenna

“Con Saturno Carnoli scompare una personalità di spicco nel panorama culturale ravennate”, esordisce così in una nota stampa Eugenio Fusignani, Segretario Provinciale PRI – Ravenna, che continua: “Insegnante appassionato, difficile non ricordare il suo impegno per il mosaico e per l’opera di Signorini in primo luogo. In questi ultimi anni abbiamo lavorato molto insieme e insieme abbiamo organizzato il ricordo del giovane partigiano Repubblicano Marino Pascoli, nel 70° del suo assassinio avvenuto il 4 gennaio 1948 a seguito delle sue posizioni critiche nei confronti di quelli che denunciava come ‘partigianato’. Con Saturno non scompare solo un intellettuale eclettico ma una risorsa che avrebbe contribuito da par suo a sostenere le celebrazioni del VII centenario Dantesco. La sua morte apre una profonda ferita nella cultura ravennate, perché con lui viene a mancare un intellettuale fuori dagli schemi, disorganico e difficilmente inquadrabile. Una voce fuori dal coro che ha fatto bene a Ravenna e che avrebbe continuato ancora farlo”.