L’accordo quadro ha un valore di 6 milioni 336mila euro: l’importo minimo garantito è di 3 milioni 168mila euro

È l’azienda rappresentata dall’ex parlamentare della Lega Gianluca Pini la fornitrice della grande partita di mascherine per l’Ausl Romagna concordata nei giorni scorsi per 6,3 milioni di euro. L’azienda in questione è la Codice srl, con sede a Fusignano, un capitale sociale di 10mila euro (versati 2.500 euro), un consiglio di amministrazione formato da tre persone e fra queste il presidente: Pini. L’attività prevalente di Codice srl è quella di “commercio all’ingrosso di bevande e alimenti in genere” (ad essa fanno capo tre attività a Forlì, tipologia: ristorante, osteria, bar), ma nell’oggetto sociale rientrano anche la ricerca e lo sviluppo di nuove tecnologie e tecniche di fornitura di servizi alle imprese e ai privati, l’organizzazione e gestione dei mezzi per l’esercizio dell’attività di assistenza e consulenza (legale, commerciale, tributaria ecc.) nel campo strategico e della comunicazione, il monitoraggio delle attività istituzionali ed altro.

L’importo minimo garantito per le mascherine (usa e getta, a tre veli, di produzione cinese con certificazione CE) è di 3 milioni 168mila euro e il fornitore si impegna “a consegnare settimanalmente un minimo di 500mila unità di prodotto salvo maggiorazioni nelle quantità settimanali richieste dall’Azienda USL della Romagna”.