Dell’Istituto Rizzoli di Bologna

Chirurgiche, FFP2 e FFP3 con o senza valvola: quali indossare?

In questo breve e semplice video, il dottor Gasbarrini, dell’Istituto Rizzoli di Bologna, spiega alla comunità l’utilità e la funzione delle diverse tipologie di mascherine suddividendole fra “da egoisti” e “da altruisti”.

Ciò perché, come spiega il dott. Gasbarrini, le mascherine chirurgiche “Non servono per proteggere sé stessi, ma servono per proteggere gli altri” (in quanto impediscono alle goccioline con carica batterica di fuoriuscire e quindi disperdersi nell’aria o raggiungere gli altri individui, ndr), sono quindi quelle indossate, come afferma il dottore dell’Istituto Rizzoli di Bologna, “dalla persona altruista”.

Le mascherine FFP2 e FFP3 con la valvola invece, secondo il dottore, sono quelle indossate “dagli egoisti” in quanto impediscono di essere infettati, però “dalla valvola escono i germi e i microbi. Infettando quindi gli altri, ma evitando il contagio a sé stessi”. Quindi chi indossa questa mascherina, dovrebbe sovrapporre ad essa anche una mascherina chirurgica per poter unire i due effetti: non contagiare gli altri, e non essere infettati.

Esistono poi le FFP2 e le FFP3 senza valvola che servono per proteggere sia sé stessi, sia gli altri, garantendo quindi una protezione totale. Queste ultime sono definite dal dottore “mascherine intelligenti”.

“Se tutti indossassimo la mascherina chirurgica, non ci sarebbe bisogno di altro” conclude il dott. Gasbarrini