Saranno distribuite anche chiavette dati per garantire la connettività Internet a tutti

L’Istituto Comprensivo Lugo 1 è vicino agli studenti e alle loro famiglie anche in questo momento che vede le scuole chiuse per il contrasto all’emergenza per il Covid-19.
L’Istituto ha infatti iniziato, fin dalle prime settimane di chiusura, la didattica a distanza per poter proseguire il programma anche da casa. L’attenzione della scuola è stata fin da subito rivolta anche agli studenti privi degli appositi strumenti per seguire le lezioni. Nei giorni scorsi, agli alunni che ne avevano bisogno sono stati così dati in comodato d’uso notebook di proprietà della scuola, distribuiti porta a porta dai volontari della Protezione Civile della Bassa Romagna.
La consegna al momento ha coperto le necessità degli alunni della scuola secondaria di primo grado e delle classi quinte della scuola primaria. A questi, si aggiungeranno tablet che saranno distribuiti agli alunni delle altre classi che ne necessitano. Saranno distribuite anche chiavette dati per garantire la connettività Internet a tutti.
Per dare continuità al programma, gli alunni della scuola secondaria di primo grado e delle classi quinte della primaria seguono video lezioni per più di 15 ore settimanali. Gli studenti, oltre a seguire queste lezioni in diretta, possono entrare nelle piattaforme dedicate, all’interno delle classi virtuali, per scaricare le schede, i compiti, le letture o visualizzare video e tutorial.
Per raggiungere i più piccoli della scuola primaria e della scuola dell’infanzia i docenti stanno invece sperimentando diverse modalità, dalle classi virtuali, ai canali YouTube, passando per le piattaforme dedicate all’infanzia, le letture animate e la creazione di veri e propri siti internet che vengono aggiornati quotidianamente. Non sono stati dimenticati gli alunni con Bisogni Educativi Speciali. Per loro si svolgono attività di tutoraggio e supporto educativo-didattico in piccoli gruppi o individualizzate, strutturate e personalizzate anche nelle ore pomeridiane.
“Questa emergenza sta dimostrando ancora una volta la grande passione e dedizione con cui i docenti e il personale scolastico svolgono la loro professione – commenta l’assessore alla Scuola del Comune di Lugo Luigi Pezzi -. L’Amministrazione Comunale, insieme a tutte le scuole lughesi, si è impegnata fin da subito per garantire agli alunni il diritto allo studio, senza lasciare indietro nessuno. Siamo in costante contatto con tutte le Dirigenti delle scuole del territorio. Un lavoro portato avanti anche insieme al coordinamento delle Politiche Educative dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, e che permette soluzioni rapide ed efficaci su tutto il nostro territorio”.
“Mi auguro che la nostra scuola possa diventare sempre più il luogo della condivisione e del lavoro di squadra – spiega la dirigente scolastica dell’Ic Lugo 1 Ornella Greco -. Un luogo in cui si valorizzano le differenze e le individualità, dove si confrontano e si educano le diversità, dove si cura la formazione della persona, il suo valore, la sua dignità e la sua identità. Nell’arco d  questo mese il nostro modo di fare scuola è profondamente cambiato e l’emergenza sanitaria in
corso ha imposto un ripensamento della didattica tradizionale. In questo momento abbiamo un’occasione straordinaria: proporre ai nostri studenti cosa significhi studiare per la vita e non per la scuola. Ringrazio per il grandissimo lavoro fatto in queste settimane i docenti delle nostre scuole, l’assessore Luigi Pezzi, la Protezione Civile, i Servizi Educativi dell’Unione, il presidente del Consiglio d’Istituto Luca Bucchi e tutti i collaboratori della scuola, che non hanno mai fatto mancare il loro impegno per garantire il diritto allo studio dei ragazzi. Grazie alla resilienza del popolo romagnolo, l’Istituto Comprensivo Lugo1 ‘F. Baracca’ non si ferma e la speranza è che il rinnovamento che stiamo costruendo insieme in questi giorni ‘grigi’ possa condurci alla nascita di una scuola sempre più innovativa, inclusiva e di qualità”.