L’iniziativa ha coinvolto numerosi privati cittadini che hanno contribuito alla raccolta fondi

Le comunità islamiche della Bassa Romagna hanno fatto un un’importante donazione all’ospedale “Umberto I” di Lugo per la lotta al Covid-19, raccogliendo in pochi giorni più di 22mila euro (22.670 per la precisione). Le comunità e i centri di culto islamici che hanno partecipato alla raccolta fondi sono quelle del distretto sanitario lughese, ovvero Alfonsine, Bagnacavallo, Conselice e Lavezzola, Cotignola, Fusignano, Lugo e Massa Lombarda.

“L’aiuto al prossimo è fondamentale nell’interesse del bene comune di tutta l’umanità – ha dichiarato Hamel Reduan, a nome di tutti i donatori -. Siamo convinti che, in questo momento drammatico e preoccupante, è fondamentale agire con senso civico e spirito di cittadinanza attiva, pilastri fondamentali per la coesione e la pace sociale. Siamo fieri di essere protagonisti dei processi di inclusione e di interazione culturale e religiosa e allo stesso tempo siamo grati per l’accoglienza e il rispetto verso i fedeli islamici che abbiamo incontrato in questo territorio”.

“Questo gesto rappresenta un bel segnale che si inserisce nel solco dei processi di integrazione messi in atto in questi anni sui nostri territori – ha evidenziato Eleonora Proni, presidente dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna -. È in momenti così difficili che capiamo come  ogni differenza vada messa da parte, perché apparteniamo tutti alla stessa famiglia. Ringrazio di cuore la comunità islamica a nome di tutti gli amministratori della Bassa Romagna per questa importante donazione che ci avvicina tutti quanti”.