Per gli over 75 possibile delegare il ritiro all’Arma dei Carabinieri

Anche per il mese di maggio Poste Italiane informa che le pensioni verranno accreditate da lunedì, 27 aprile, per i titolari di un libretto di risparmio, di un conto BancoPosta o di una Postepay Evolution. I titolari di carta Postamat, Carta Libretto o di Postepay Evolution potranno prelevare i contanti da oltre 7.000 ATM Postamat, senza bisogno di andare allo sportello.

Invece, coloro che dovranno recarsi direttamente agli sportelli potranno farlo in maniera scaglionata in base all’iniziale del cognome. Questo per diluire l’accesso e non creare assembramenti, sempre con la finalità di contenere la diffusione del Covid 19.

Poste Italiane ha informato il Comune sulle modalità che riguardano i propri sportelli distribuiti sul territorio ravennate. Si comunicano quindi le informazioni ricevute da Poste Italiane ai fini di diffonderle il più possibile presso la popolazione.

Turni per gli uffici postali aperti 5 giorni

Per quanto riguarda gli uffici aperti cinque giorni la turnazione alfabetica è la seguente: lunedì 27 aprile le persone con cognome che ha per iniziali le lettere A e B, martedì 28 aprile C e D, mercoledì 29 aprile dalla E alla K, giovedì 30 aprile dalla L alla P, sabato 2 maggio dalla Q alla Z.

Nel territorio del comune di Ravenna gli uffici aperti cinque giorni sono quelli di Casalborsetti (viale delle Viole 6), Castiglione di Ravenna (via Domenico Turci 12), Lido Adriano (viale Petrarca 436), Marina di Ravenna (viale delle Nazioni 76), Mezzano (piazza della Repubblica 10), Porto Fuori (via Bonifica 5), Ravenna 1 (via Giuseppe Bovini 37), Ravenna 5 (via Lago di Como 13), Ravenna 6 (via Romea Sud 53), Ravenna 8 (via Antonio Meucci 73), Ravenna Centro (piazza Garibaldi 1) e sono tutti aperti il 27, il 28, il 29 e il 30 aprile dalle 8.20 alle 13.35. e il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35, tranne l’ufficio Ravenna Centro che è aperto il 27, il 28, il 29 e il 30 aprile dalle 8.20 alle 19.05 e il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35.

Turni per gli uffici postali aperti 3 giorni

Questi i turni per gli uffici aperti 3 giorni: dalla A alla D giorno 1; dalla E alla O giorno 2; dalla P alla Z giorno 3.

Nel territorio del comune di Ravenna gli uffici aperti tre giorni sono quelli di Ravenna 2 (via Carducci 38), aperto il 28 e il 29 aprile dalle 8.20 alle 13.35 e il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35; e Ravenna 4 (via Pola 22) aperto il 27 e il 30 aprile dalle 8.20 alle 13.35 e il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35.

Turni per gli uffici postali aperti 2 giorni

Per gli sportelli aperti 2 giorni la turnazione è la seguente: dalla A alla K giorno 1; dalla L alla Z giorno 2.

Nel territorio del comune di Ravenna gli uffici aperti due giorni sono quelli di Campiano (via Pio La Torre 4), Coccolia (via Ravegnana 814), Piangipane (piazza XXII Giugno 1944 numero 4), San Pietro in Vincoli (viale Epaminonda Farini 23), San Zaccaria (via Dismano 635), Santo Stefano (via Cella 419), Savio (via Rovereto 14) aperti il 30 aprile dalle 8.20 alle 13.35 e il 2 maggio dalle 8.20 alle 12.35; Porto Corsini (via Po 19), Punta Marina (via dell’Ancora 110), Ravenna 3 (via Ravegnana 141), aperti il 27 e il 29 aprile dalle 8.20 alle 13.35; Ravenna 7 (circonvallazione Fiume Abbandonato 88 b) aperto il 27 e il 30 aprile dalle 8.20 alle 13.35; Sant’Alberto (via Bartolo Nigrisoli 65) aperto il 28 e il 29 aprile dalle 8.20 alle 13.35.

I restanti uffici

Per tutti gli uffici postali aperti in un’unica giornata in tutta la settimana, il pagamento sarà effettuato a tutte le lettere nella stessa giornata.

Nel territorio del comune di Ravenna gli uffici aperti un giorno solo sono quelli di Santerno (via Santerno Ammonite 337) aperto il 29 aprile dalle 8.20 alle 13.35, Savarna (via Savarna 202) aperto il 27 aprile dalle 8.20 alle 13.35.

Nei siti ritenuti più critici in termini di potenziale afflusso della clientela, saranno previsti servizi di sorveglianza al di fuori degli uffici postali, finalizzati a regolare i flussi di accesso ed evitare assembramenti.

Altre informazioni

Poste Italiane ha messo, inoltre, a disposizione il numero verde 800 003322 . Digitando cap e cognome si ottengono le informazioni sull’ufficio postale, giorno e orario in cui la persona si deve recare.

Inoltre, Poste Italiane ha stipulato una convenzione con l’Arma dei Carabinieri, in base alla quale i pensionati di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti, potranno richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della stessa pensione a domicilio per tutta la durata dell’emergenza da Covid-19, evitando così di doversi recare negli uffici postali.

Sono state anche adottate diverse misure di sicurezza, tra cui la procedura di sanificazione e l’installazione di pannelli schermanti in plexiglass in tutte le postazioni di front-office non dotate di vetro blindato, nonché il posizionamento di strisce di sicurezza idonee a garantire il distanziamento interpersonale, a tutela sia della clientela che dei dipendenti di Poste Italiane.