Paola, attivista 22enne di Ravenna

Paola, attivista 22enne di Ravenna, si sta mobilizzando durante la settimana mondiale dell’immunizzazione, organizzata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per assicurarsi che Sergio Matterella e Giuseppe Conte sostengano la parità di accesso e distribuzione di un futuro vaccino per il Covid- 19, in modo che i Paesi più poveri del mondo possano disporre di un vaccino in contemporanea alle nazioni sviluppate.

Lunedì 4 maggio, l’Unione Europea insieme a Francia, Germania, Regno Unito, Norvegia e Arabia Saudita lancerà una risposta globale alla crisi causata dal Coronavirus. L’Unione Europea e i suoi partner mirano a raccogliere €7,5 miliardi di finanziamenti per garantire che tutti i nuovi vaccini, le diagnosi e i trattamenti per il coronavirus siano disponibili, appropriati e accessibili a livello globale.

Paola chiede anche a Sergio Matterella e a Giuseppe Conte di sostenere gli sforzi di Gavi, the Vaccines Alliance per contribuire a fare in modo che l’immunizzazione contro malattie come la poliomielite non venga interrotta nei paesi più poveri del mondo e prevenire ulteriori pressioni sui sistemi sanitari già stremati durante la risposta al COVID-19.

Paola fa parte del programma di attivisti globali ONE, un gruppo di oltre 1.000 volontari dinamici, ed è stata selezionata tra centinaia di candidati per la campagna contro le disuguaglianze globali. In Belgio ci sono 55 ambasciatori della gioventù di età compresa tra 17 e 34 anni, per lo più studenti, attivisti e giovani professionisti.

Paola, 22 anni, ha detto: “Bruxelles è diventata la mia casa da ormai 4 anni. Dopo essermi laureata in Scienze Politiche, ho deciso di continuare il mio percorso di studi iscrivendomi al master di Relazioni Internazionali. Quando si è presentata l’occasione di far parte dell’associazione anti-povertà ONE, non ho esitato a mandare la mia candidatura. Ho sempre creduto che sia importante mettersi in prima linea e credo nell’importanza di esortare i nostri rappresentanti politici a fare la propria parte, ora più che mai. Per queste ragioni, voglio alzare la mia voce per assicurarmi che qualsiasi vaccino nel futuro sia disponibile a tutti e che gli sforzi quotidiani per vaccinare contro malattie come il morbillo continuino. Non possiamo permetterci di fare errori. Durante l’epidemia dell’Ebola nel 2019 nella RDC, più del doppio delle persone sono morte per aver contratto il morbillo e non per l’Ebola, proprio a causa di interruzioni nei programmi di assistenza sanitaria e di vaccinazione di routine. L’uguaglianza deve essere al centro della risposta globale a questa crisi perché nessuno di noi è al sicuro finché ognuno di noi è al sicuro”.  

Emily Wigens, direttrice EU della campagna ONE, ha dichiarato: “Per sconfiggere il virus dobbiamo avere successo a livello globale, non solo a quello locale. Dobbiamo sviluppare un vaccino e dei trattamenti efficaci. Inoltre, è necessario che siano accessibili a tutti, perché se il virus continua ad esistere in qualche parte, allora siamo tutti a rischio. Aiutare a salvare vite umane nei paesi più poveri contribuirà a salvare vite a livello globale, perciò abbiamo bisogno che i leader sostengano la chiamata di questi giovani attivisti e che si esprimano e rispondano a questa iniziale richiesta di finanziamento”.

ONE

ONE è un’organizzazione che lotta per porre fine alla povertà estrema e alle malattie prevenibili, in particolare in Africa. Apolitica, ONE si occupa di sensibilizzare l’opinione pubblica e di fare pressione sui leader politici per combattere l’AIDS e le malattie prevenibili, aumentare gli investimenti in agricoltura e nutrizione e chiedere maggiore trasparenza nei programmi di lotta alla povertà. Per saperne di più : www.one.org

ONE Global Activist Programs

I giovani ambasciatori di ONE fanno parte del programma Global Activists di ONE. Gli attivisti di ONE Global sono un gruppo di oltre 1.000 volontari dinamici, appassionati di sviluppo sostenibile, che lottano per politiche migliori, finanziamenti migliori e per un maggiore impegno su questioni che aiuteranno a sradicare la povertà. I nostri attivisti globali sono selezionati tramite un processo di candidatura competitivo e sono un mix di giovani professionisti dinamici, leader locali e membri di altre reti di attivisti locali e globali. Mentre i nostri vari programmi di attivisti in Europa, Africa e Nord America sono uniti nello scopo e nelle tattiche, ogni singolo programma di attivisti è su misura per le esigenze locali, opportunità e clima politico, quindi non ci sono programmi identici.