A sx: Guido Ottolenghi. A dx: Luciano Martini

In occasione della Festa della Repubblica

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha firmato, in data 29 maggio 2020, i decreti con i quali, su proposta del ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, di concerto con la ministra delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali Teresa Bellanova, sono stati nominati 25 nuovi Cavalieri del Lavoro. Lo rende noto un comunicato del Quirinale.
Istituita nel 1901, l’onorificenza di Cavaliere del Lavoro viene conferita ogni anno in occasione della Festa della Repubblica ai cittadini italiani, anche residenti all’estero, che si sono distinti nei settori dell’agricoltura, dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’attività creditizia e assicurativa.

Requisiti necessari sono l’aver operato nel proprio settore in via continuativa, e per almeno vent’anni, con autonoma responsabilità, dando un contributo di rilievo allo sviluppo economico e produttivo.
Fra i nomi spiccano quelli di due ravennati:
Luciano Martini – Unigrà di Lavezzola (Industria alimentare – Emilia Romagna)
Guido Ottolenghi – Petrolifera Italo Rumena Ravenna (Logistica portuale – Emilia Romagna)