Il caso aveva creato grande preoccupazione nei familiari che si erano rivolti anche a “Chi l’ha visto?”

Disavventura a lieto fine per una ottuagenaria milanese che risultava scomparsa dal 1 giugno scorso quando, nel pomeriggio, era uscita dalla propria abitazione del capoluogo lombardo senza più dare notizie.

Questa mattina alle ore 12.30 gli agenti della Polizia di Stato, della Sezione Polizia Ferroviaria della stazione FS di Ravenna, nel corso dei quotidiani controlli ai viaggiatori presenti all’interno dello scalo ferroviario, hanno individuato, all’interno del bar della stazione, una anziana donna che, seppur priva di documenti di identificazione, è risultata essere l’ottantenne che era scomparsa il 1 giugno scorso quando si era allontanata per ignota destinazione dalla propria abitazione milanese.

La donna, affetta da patologie della terza età, è risultata in buone condizioni di salute e, dopo gli accertamenti sulla sua identità, è stata condotta negli uffici della Polizia Ferroviaria dove, a cura degli agenti della Polfer, le è stato somministrato un pasto caldo in attesa dell’arrivo della figlia che, informata della situazione, è partita alla volta del capoluogo ravennate per ricongiungersi con l’anziana madre.

La grande preoccupazione per la scomparsa dell’anziana donna, che solitamente non si assentava mai dall’abitazione familiare, aveva spinto la figlia di quest’ultima, oltre che a denunciarne immediatamente la scomparsa, anche a chiedere aiuto alla nota trasmissione dei palinsesti RAI “Chi l’ha visto?”.